Visualizza articoli per tag: processo

Lunedì, 23 Gennaio 2017 12:25

I processi di mafia: sempre a porte aperte

ROMA - I processi penali contro le mafie in sostanza non sono altro che “battaglie” che ci dovrebbero vedere tutti impegnati e coinvolti: magistrati, cittadini, istituzioni, forze dell’ordine, rappresentanti sociali e imprenditoriali.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto
Domenica, 08 Gennaio 2017 11:30

Verso il maxiprocesso dei capi della ‘ndrangheta

Sono passati più di quattro mesi da quando alcune grosse inchieste si sono concluse – da Mamma Santissima a Regghion a Fata Morgana ad Alchimia a Sistema Reggio – concluse dai carabinieri del ROS per la procura della repubblica del capoluogo calabrese (guidata da Federico Cafiero De Raho) ed è arrivato oggi l’annuncio che si svolgerà presto un solo maxi-processo che vedrà imputati il senatore del Gal Antonio Caridi, il presidente della provincia di Forza Italia Raffa, l’ex sottosegretario Raffa (Alleanza Nazionale).

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

Sotto processo a Roma il leader Denis Verdini del raggruppamento di liste Ala.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

RIO DE JANEIRO - Il Senato brasiliano ha deciso di dare il via libera al processo per l''impeachment contro il presidente Dilma Rousseff, sospesa dalle funzioni il 12 maggio scorso.

Pubblicato in Mondo
Etichettato sotto

ROMA - Cade l'associazione e l'aggravante della modalità mafiosa. Si chiude con 10 condanne e 8 assoluzioni il processo d'appello che vedeva alla sbarra diciotto persone, tra cui componenti delle famiglie Fasciani e Triassi, accusate di aver dominato le attività illecite a Ostia, quartiere litoraneo di Roma.

Pubblicato in Dazebao Roma
Etichettato sotto

ROMA - Dai collaboratori di Giustizia nel  secondo processo dedicato alla strage di Capaci, che si sta svolgendo alla Corte di Assise di Caltanissetta,  in cui vennero uccisi il 23 maggio 1992 il giudice Giovanni Falcone, la moglie anche lei magistrato  Francesca Morvillo e  i tre agenti di scorta, emergono ogni giorno novità di fatto sui particolari dell’agguato che privò il nostro Paese di uno dei maggiori nemici di Cosa Nostra ma anche di quei politici e altre persone che  non ne fanno parte ma che collaborano con essa e costituiscono la grande zona grigia di cui nel nostro Paese fruiscono le grandi associazioni mafiose per esercitare il loro grande potere.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

BUENOS AIRES - Si tratta di un business multimilionario, che senza dubbio ha beneficiato a corporazioni e al potere finanziario, per il quale il Banco Central vendeva dollari a un prezzo minore di quello del mercato, secondo quanto affermano i denuncianti, il senatore macrista Federico Pinedo e il deputato radicale Mario Negri. 

Pubblicato in Mondo
Etichettato sotto

MILANO  - Il gup di Milano Donatella Banci Buonamici si chiudera' in camera di consiglio intorno alle 12 per decidere sulla richiesta di rinvio a giudizio di Maria Giulia 'Fatima' Sergio, la giovane di origini campane che da Inzago, dove viveva con la famiglia, sarebbe volata in Siria per arruolarsi nelle milizie dell'Isis.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

La testimonianza umana e professionale, le riflessioni, gli interrogativi che l’ex Procuratore Nazionale Antimafia Pietro Grasso, attuale Presidente del Senato, si pone nel suo libro Per non morire di mafia (scritto con Alberto la Volpe, Sperling & Kupfer, 2009) vengono proposti in versione teatrale in questo spettacolo fortemente voluto da Sebastiano Lo Monaco ed accolto con grande commozione ed ovazioni di pubblico al suo debutto al Festival dei Due Mondi di Spoleto 2010.  Monologo vibrante di un uomo contro, che mette la sua vita in prima linea per salvare la speranza di un futuro possibile, resterà in scena da martedì 23 febbraio fino a domenica 28 febbraio al Teatro Ghione di Roma. In questa intervista a Eugenio Murrali  Sebastiano Lo Monaco racconta il senso e il viaggio di questo dramma.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA - E’ buona cosa ricordare le date storiche che hanno segnato il trionfo della giustizia e della legalità: una di queste è senza ombra di dubbio il 10 febbraio 1986 con l’inizio del dibattimento di un processo che avrebbe portato a condanne definitive per la cupola mafiosa dell’epoca.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto
Pagina 1 di 8