Giovedì, 23 Marzo 2017 11:30

A Roma il 25 marzo scatta la protesta per uscire dall'euro

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

ROMA - Il 25 marzo 2017 ricorre il 60° anniversario dalla firma dei Trattati di Roma, che sancirono la nascita della Comunità europea. La giornata sarà piuttosto impegnativa per la capitale, dal momento che la città sarà blindata e in quasi tutte le strade e i quartieri saranno presenti manifestazioni e cortei.

Per la giornata è previsto l’arrivo di oltre 26.000 persone tra cui anche esponenti dei principali movimenti antieuro e attivisti contrari alle politiche di austerità.
4 manifestazioni congestioneranno la città e soprattutto il centro storico, dove nel frattempo si terranno le celebrazioni dell’anniversario del trattato.

La capitale per questa giornata sarà blindata e i luoghi dove si incontreranno i capi di stato saranno offlimits. Di seguito vediamo il percorso che seguirà la manifestazione e quali mezzi pubblici saranno chiusi o devieranno il loro percorso.

Roma, manifestazione 25 marzo 2017: motivi della protesta

Il 25 marzo sarà infatti una giornata particolare, dal momento che sono previste le celebrazioni per i 60 anni del Trattato di Roma. Le proteste sono indette per manifestare contro l’Europa delle politiche di austerità e per la giornata saranno tante le iniziative dei vari gruppi.

Con la dicitura La nostra Europa. Unita, democratica e solidale sono in molti coloro che prenderanno parte alle manifestazioni che inizieranno alle ore 11:00 del 25 marzo 2017 nella capitale italiana.
A preoccupare le forze dell’ordine sono soprattutto gli antagonisti e black bloc che potrebbero prendere parte ai cortei della città.

La mappa creata dalla Polizia di Stato fa comprendere perfettamente dove si troveranno le aree interessate dalla manifestazioni e i problemi di ordine pubblico che potrebbero derivare dalla giornata. La zona verde che inizia in via 4 novembre includendo poi largo Magnanapoli, via Nazionale, piazza delle Repubblica fino a via del Corso lungo tutta via del Tritone non ci sarà interdizione al traffico, ma dalle ore 7 del 24 sarà presente una postazione di blocco con il compito di controllare le persone che vi accedono.
Non è infatti prevista alcun tipo di manifestazione in quest’area. Nella zona blu invece si terranno le celebrazioni di stato per i 60 anni dei trattati e andrà da piazza Venezia, Piazza dell’Ara Coeli, Piazza San Marco, via Petroselli fino a via delle Tre Pile e si chiude attraverso i Fori Imperiali e piazza Madonna di Loreto.
In questa zona dalla mezzanotte del 24 non sarà possibile accedere con autovetture o a piedi e sarà interamente chiusa al passaggio.

La manifestazione inizierà il suo percorso da Piazza Vittorio e avrà come luogo di conclusione il Colosseo dove tutte le sigle che hanno aderito si incontreranno. A questo corteo prenderanno parte i movimenti La nostra Europa e il Movimento federalista europeo. A preoccupare di più è però il gruppo di manifestanti riuniti sotto la sigla Piattaforma Sociale Eurostop. Questo gruppo manifesta contro Euro, Nato e UE.

La manifestazione di Eurostop partirà da Piazza della Repubblica il 25 marzo alle ore 14:30, ma fin dal 23 marzo sono previste una serie di iniziative e di dibattiti in tutta Roma per parlare di un’Europa alternativa.
Queste però non saranno le uniche manifestazioni presenti nella Capitale, dal momento che anche il movimento Diem25 si riunirà in questa giornata.

Al Teatro Italia, in Via Bari 18 (zona Nomentana) saranno presenti alcuni grandi esponenti della rete tra cui lo stesso ex ministro delle Finanze greco Yanis Varoufakis.
Alla giornata di Diem25 prenderanno parte anche il Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris; il filosofo Noam Chomsky ; il segretario di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni e molti altri. 
Il rischio scontri e tafferugli sembra essere piuttosto elevato e per tale ragione Roma verrà presidiata dalle forze dell’ordine e verranno prese misure precauzionali straordinarie.

bianco.png