Visualizza articoli per tag: bacco

Mercoledì, 15 Febbraio 2012 16:41

Tagli alla Difesa? Il gioco delle tre carte continua!

ROMA - Il governo offre al paese un "contentino" per quanto riguarda le spese militari. Notizia ormai diffusa è quella di un ridimensionamento delle spese preventivate per l'acquisto di 131 aerei F35 che viene fissato invece a 90.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA - Il nuovo direttore della CIA, Leon Panetta, ne è profondamente convinto. Dopo la controffensiva USA in Afghanistan e Pakistan e la morte di Osama bin Laden, il baricentro della crociata internazionale contro il “terrorismo” deve trasferirsi in Corno d’Africa.

Pubblicato in Primo piano

ROMA - Ancora una vittima tra i soldati italiani in Afghanistan. La 41^dal 2004, la terza nel solo mese di luglio di quest'anno. Si tratta del primo caporal maggiore David Tobini, Romano, anno di nascita 1983.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto
Venerdì, 08 Luglio 2011 18:23

I costi umani delle guerre USA contro il terrore

MESSINA - La guerra globale contro il terrorismo scatenata dall’amministrazione degli Stati Uniti dopo l’11 settembre 2001 ha causato sino ad oggi la morte di circa 258.000 persone. La stima - “estremamente prudente” - è stata fatta dalla Brown University di Rhode Island, una delle più antiche università USA (è stata fondata nel 1764) che ha valutato i costi umani e finanziari dei conflitti in Afghanistan ed Iraq e delle cosiddette “campagne contro il terrorismo” del Pentagono e della Cia in Pakistan e Yemen.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

Pubblicato il rapporto annuale del Sipri

Pubblicato in Società

MESSINA - C’è chi chiede più aerei, più missili e più bombe, chi vorrebbe lo sbarco dei marines e l’intervento delle forze terrestri. Tutti in ordine sparso, il coordinamento tra i comandi è scarsissimo e le divisioni in ambito NATO si fanno giorno per giorno sempre più evidenti. E alla fine, la “coalizione dei volenterosi” in guerra contro la Libia rischia di trasformarsi in un’armata Brancaleone alla nuova crociata del XXI secolo.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

L'Italia vittima delle armi chimiche fa sentire la sua voce

Pubblicato in Primo piano

ROMA - Siamo ormai giunti al terzo giorno dell'operazione battezzata "Odissea all'alba", in seguito all'approvazione della risoluzione 1973 da parte del Consiglio di sicurezza dell'Onu che prevede la cosiddetta No fly zone.

Pubblicato in Primo piano

bianco.png