Visualizza articoli per tag: cabina

TRIPOLI - l ministro degli Interni del governo provvisorio libico, Guma al Gamaty, ha rassicurato il mondo su un futuro democratico della Libia. “Per otto mesi, il Cnt dirigerà la Libia prima che un'assemblea eletta dal popolo assuma le redini del Paese per redigere una costituzione e trascorso un anno (...), saranno organizzate elezioni”, ha annunciato alla BBC.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

TRIPOLI - "Muammar Gheddafi rappresenta ancora una minaccia per i libici e per il mondo intero". E' quanto ha riferito  il presidente del Consiglio di transizione Mustafa Abdeljalil, durante un incontro avuto a Doha, nel Qatar, con i rappresentanti dei Paesi che hanno sostenuto l'insurrezione libica.

Pubblicato in Primo piano

ROMA - Un portavoce di Muammar Gheddafi – ha affermato oggi la Bbc - ha contattato un'agenzia di stampa affermando che il rais è intenzionato a trattare una transizione di poteri in Libia.

Pubblicato in Primo piano

TRIPOLI - Ed ecco spuntare una notizia che potrebbe finalmente portare alla cattura il ricercato numero uno: Muammar Gheddafi. Il Colonnello, infatti, secondo quanto diffuso quest'oggi dal quotidiano francese Le Parisien, le cui fonti sono vicine al presidente Nicolas Sarkozy, si troverebbe a Sirte,  la sua città natale, ultima roccaforte del regime  dove gli insorti si stanno dirigendo.

Pubblicato in Primo piano

ROMA - È una guerra tutta maschile quella che si combatte in Libia, una guerra che vede in prima linea Mahmoud Gibril Elwarfally, uno degli uomini più accreditati per guidare la “nuova Libia”. Dopo il suo incontro con Nicolas Sarkozy che ne voluto essere il primo a riconoscerne il ruolo, oggi è toccato a Silvio Berlusconi che ha colto l’occasione per tracciare le linee guida delle relazioni tra Roma e Tripoli e per confermare l’appoggio alle nuove autorità libiche.

Pubblicato in Primo piano
Mercoledì, 24 Agosto 2011 21:11

Libia. 4 cronisti italiani rapiti, ucciso autista

TRIPOLI - Quattro giornalisti italiani sono stati rapiti in Libia: si tratta di Elisabetta Rosaspina, Giuseppe Sarcina del Corriere della Sera, Domenico Quirico de La Stampa e Claudio Monici, inviato di Avvenire. Lo ha confermato  Bruno Tucci il presidente dell'ordine dei giornalisti del Lazio.

Pubblicato in Primo piano

21,00 - Nonostante l'esito positivo dell'azione militare non ci sono tracce del Colonnello Muammar Gheddafi e dei suoi figli nella residenza-fortezza  a Bab al-Aziziya, a Tripoli. Lo hanno assicurato i ribelli, che una volta entrati hanno cercato invano il loro nemico.

Pubblicato in Primo piano

ROMA - Il cerchio cpntinua a stringersi nella villa bunker del Colonnello Muammar Gheddafi, anche se di lui per ora non ci sono tracce.

Pubblicato in Primo piano

TRIPOLI - Sono ancora in corso aspri combattimenti  attorno alle vicinanze della residenza del Colonnello Muammar Gheddafi, il quale ha deciso di non arrendersi agli insorti che hanno preso il controllo di numerosi quartieri nella capitale. anche la temibile guardia repubblicana del rais si è arresa, come hanno fatto alcuni figli del Colonnello.

Pubblicato in Primo piano

TRIPOLI - "Credo sia difficile che Gheddafi possa arrendersi. Non è come Hitler che ha avuto il coraggio di suicidarsi, lui non ha questo coraggio. Non credo che l'evolversi della situazione a Tripoli gli consenta di sopravvivere". Queste parole le ha pronunciate  l'ex numero due del regime libico, Abdessalem Jalloud, in una intervista esclusiva al Tg3, mentre nella capitale libica si continua a combattere per sconfiggere definitivamente il sanguinario Gheddafi.

Pubblicato in Primo piano
Pagina 1 di 5

bianco.png