Visualizza articoli per tag: partito democratico

Lunedì, 10 Novembre 2014 17:46

Patto del Nazareno, implosione annunciata?

ROMA - I buoni intenti di Matteo Renzi e Silvio Berlusconi sull'accordo del Nazareno sembrano aver preso una bruttissima piega. Altro che riforme costituzionali, il patto del Nazareno già dalla sua nascita aveva sortito l'imbarazzo di una parte della sinistra, quella che per vent'anni ha contestato e contrastato il dilagante berlusconismo.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Lunedì, 10 Novembre 2014 11:13

Se nove emendamenti vi sembran troppi

ROMA - Sui giornali è passata la voce che la minoranza del Pd avrebbe presentato centinaia di emendamenti. Diciamo che le cose non stanno proprio così e che la minoranza del Pd, anzi, praticamente tutte le minoranze hanno presentato 9 (nove) emendamenti politici, che riguardano la distribuzione più egualitaria degli 80 euro (grazie all’Isee, come avevo spiegato a Ballarò), una maggiorazione della tassa di successione (argomento questo sì tabù, ma siccome è un argomento tabù della destra lo si rispetta…), un aumento delle previsioni per la nuova Sabatini, il recupero di risorse per il fondo contro il dissesto idrogeologico e altre cose di cui parleremo nei prossimi giorni (e che oggi sono riportate su Repubblica, che però come altri fa confusione: delle centinaia di emendamenti presentati dal Pd, i nostri sono solo nove, appunto, gli altri li hanno presentati i parlamentari del Pd nel loro complesso).

Pubblicato in Il punto

ROMA - Davvero stucchevoli le risposte che Matteo Renzi ha rilasciato durante l'intervista a Bruno Vespa, per pubblicizzare il suo ultimo lavoro letterario: "Italia Voltagabbana". A dire il vero già il titolo è tutto un programma, se pensiamo alla provenienza del Partito Democratico e quello a cui si ispira oggi. Renzi, nelle sue risposte ha detto che la sinistra che non cambia è la destra.

Pubblicato in Il punto

 

ROMA - La rampognata del Presidente della Repubblica al Presidente del Consiglio raccontata oggi da qualche quotidiano, riguardo la nomina del prossimo ministro degli esteri non può passare inosservata. Anzi indica una serie di questioni politiche rilevanti. Anzi forse una in particolare. A prescindere dalle dichiarazioni retoriche o di facciata sulle varie emergenze internazionali, o ai cosiddetti "lip-service" (pure chiacchiere) rispetto al resto della politica estera, il Presidente del Consiglio non sembra avere chiaro che fare politica estera è una cosa seria.

Pubblicato in Il punto
Mercoledì, 29 Ottobre 2014 14:53

E' scontro frontale tra Cgil e Pd

Camusso, Renzi uomo dei poteri forti. Picierno, Camusso eletta con tessere false

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA - La giornata del 25 ottobre ha segnato una fase di passaggio della storia politica italiana. Non mi dilungherò nell’analisi di ciò che significa, per il corpo della CGIL, la fine del rapporto diretto con il PD e la scoperta di collocarsi all’opposizione non di un singolo provvedimento, ma di una cultura politica, di una prospettiva ideale e sociale.

Pubblicato in Fatti & Opinioni

Il, posto fisso non esiste più

Pubblicato in Primo piano

ROMA - In romanesco quando qualcuno non capisce delle cose fin troppo evidenti c’è un modo di dire simpatico, ovvero, “ci sei o ci fai’”. 

Pubblicato in Fatti & Opinioni

 

ROMA - La richiesta del voto di fiducia sembra una prova di forza ma è un segno di debolezza. Il governo chiede al Parlamento una delega a legiferare mentre impedisce al Parlamento di precisare i contenuti di quella stessa delega. Il potere esecutivo si impadronisce del potere legislativo per disporne a suo piacimento, senza alcun contrappeso istituzionale. Il Senato delega per sentito dire nelle televisioni, senza quei “principi e criteri direttivi” prescritti dalla Costituzione. È l’anticipazione di un metodo che diventerà normale con la revisione costituzionale in atto.

Pubblicato in Il punto

E così, dopo averlo smentito per giorni, il governo pare intenzionato a mettere la fiducia sulla legge delega che è già uno strumento che più fiduciario non si può (lo spiega anche la voce di Wikipedia, probabilmente redatta da un esponente della sinistra del Pd…).

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

bianco.png