Visualizza articoli per tag: sicilia

ROMA -   Avevano suscitato sconcerto e contestazioni le dichiarazioni del neo assessore della Giunta siciliana , il professor Zichici, n merito alle centrali nucleari che avrebbero dovuto essere installate in Sicilia.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA - Un liquidatore unico per le tredici partecipate da eliminare, la cancellazione di revisori e degli ultimi organi amministrativi rimasti infine il trasferimento dei dipendenti in organico nei dipartimenti regionali.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

PALERMO - Continuo a leggere sulla stampa notizie su ipotetiche retromarce, problemi, impossibilità di comporre la giunta.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto
Lunedì, 05 Novembre 2012 05:06

Crocetta, un ecologista a palazzo D’Orleans

PALERMO - Con il 31% oltre 600 mila voti Rosario Crocetta è stato eletto presidente delle Regione Siciliana, portando per la prima volta nella storia della Sicilia il blocco democratico, progressista e di sinistra al governo.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

Il movimento 5 Stelle apre al dialogo

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto
Martedì, 30 Ottobre 2012 14:11

Crocetta e la buona politica

ROMA - La politica nazionale, anche quella della sinistra, ha avuto sempre difficoltà a interpretare la situazione siciliana. Spesso la sinistra storica ha oscillato tra un realismo consociativo e un’equazione semplificata “Sicilia=mafia”.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

ROMA - Di Rosario Crocetta hanno messo a soqquadro anche la vita privata.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

ROMA - Questa volta ce l'ha fatta Rosario Crocetta. Ormai la sua corsa alla presidenza alla regione Sicilia è giunta in dirittura d'arrivo.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

La diretta sulle regionali siciliane. Il Movimento 5 stelle avanza

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto
Sabato, 27 Ottobre 2012 11:22

La svolta in Sicilia e il gioco dei poteri forti

Meno di ventiquattrore dal voto siciliano ma i giochi non sembrano ancora fatti.  Dieci governatori  candidati e diciannove liste, ma a tenere banco non è tanto il numero delle liste e degli aspiranti che lascia stupiti, quanto la sfiducia dei siciliani che aleggia in ogni città, paese o contrada.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

bianco.png