Mercoledì, 05 Febbraio 2014 19:08

Roma Capitale. I sindacati, le tasche dei lavoratori non si toccano. Mobilitazione dei 24mila dipendenti

Scritto da

ROMA - “Voci e smentite che si rincorrono su tagli alle retribuzione dei dipendenti capitolini fanno perdere credibilità alle stesse affermazioni del Sindaco. Va chiarito una volta per tutte che i conti in rosso non possono essere ripianati dalla riduzione delle spese sul personale”.

Con queste parole molto chiare i sindacati della Funzione pubblica. Cgil. Cisl, Uil commentano  quanto apparso sulle cronache locali .Esprimono netto dissenso, annunciano la mobilitazione “,iniziative forti”dei 24 mila dipendenti del Campidoglio. Hanno chiesto e ottenuto una immediata convocazione dal vicesindaco e assessore al personale  di Roma Capitale. Luigi Nieri, domani 06 febbraio alle ore 15. Nella nota unitaria i sindacati sottolineano il fatto che i tagli alle retribuzioni “ determinerebbe un’automatica riduzione dei servizi ai cittadini, soluzione inammissibile proprio in ragione della presenza di una crisi economica senza precedenti che investe le famiglie di tutti i cittadini di Roma Capitale, alla pari delle famiglie dei dipendenti comunali.”

 

Rispetto per chi consente alla città di vivere 

“Se le forze politiche-prosegue la nota- avessero oggi voglia di mostrarsi coerenti con le parole spese dal  Sindaco di Roma, sia in campagna elettorale sia nel programma della Giunta insediata dopo le elezioni, assisteremo ad un concreto segnale di attenzione e rispetto verso chi ogni giorno permette alla città di “vivere”, nonostante le ormai croniche carenze di personale ed i correlati disagi. La “valorizzazione” di questi dipendenti è indispensabile per l’avvio di processi innovativi e modernizzanti con investimenti virtuosi sulle politiche del personale.”  I sindacati sottolineano che” le retribuzioni dei lavoratori, già falcidiate da anni  di mancati rinnovi contrattuali, non dovranno subire tagli.” Da qui l’annuncio della mobilitazione nel caso in cui non vi siano risposte positive e parlano di  azioni di lotta  “forti per debellare ogni irresponsabile voce o iniziativa che voglia togliere un solo euro dalle tasche dei lavoratori “ Ci rivolgeremo  a tutti i cittadini di Roma-conclude il comunicato sindacale perché i servizi erogati dai municipi, dipartimenti, scuole, asili nido, polizia locale “sopravvivono”  grazie  ai dipendenti capitolini, che, come  è noto, continuano ad operare senza  rinnovi contrattuali da 5 anni