Venerdì, 17 Dicembre 2010 08:06

Basket Nba. Pierce vs Stoudemire battaglia al Madison Square Garden! Spurs e Miami sempre più su

Scritto da

11 gare in questo mercoledì notte Nba, come 11 le vittorie in fila per questi eroici Celtics, che senza un centro e con un Rondo a mezzo servizio espugnano New York, guidata da uno Stoudemire in stile Super-Eroe.

Per le altre favorite al titolo… passeggiata di salute, W facile per i Lakers ad Indiana, e per Miami contro Cleveland (con brivido finale). Mentre per gli Spurs ci vogliono 2 punti allo scadere di Manù Ginobili per avere la meglio sui redivivi Bucks. Nel dettaglio:

Indiana Pacers - LA Lakers 94-109 Lakers in netta ripresa non lasciano scampo ai Pacers, ad Indianapolis. Partenza razzo con un perentorio 29-10 e partita già in tasca per L.A con un Gasol da 28 punti & Bryant da 31 (di cui 26 nel secondo tempo). LA mostruosa a rimbalzo (52-29) non permette mai ai Pacers di rientrare in partita, ed il pubblico osserva inerme la sconfitta dei propri giocatori.

New York Knicks - Boston Celtics 116-118  Si vuol costruire una rivalità (antica) che oggi non c'è più, e da sponda Celtics questo è ben visibile, basta vedere minutaggi, o il non rischiare più di troppo qualche infortunato... però da quel che si è visto ieri notte, se proprio si vuol far rinascere qualche vecchia rivalità atavica sopita nel tempo, stiamo sulla buona strada. Stoudemire e Spike Lee (proprio lui, il regista) ce la mettono tutta ad alzare gli animi: il primo con 39 punti e 10 rimbalzi, e con sguardi torvi dopo schiacciate nel pitturato Celtics. Il secondo con scenate “madri”, in particolar modo sul tiro sempre di Stat che a 0.4 centesimi di secondo, avrebbe potuto regalare la vittoria a NY. I Celtics in tutto questo recitano la loro parte, e lo fanno con grande cuore, trattengono l'entusiasmo Knicks, e non appena subiscono un parziale (vedi quello del -12) si rifanno sotto con i tiri di Ray Allen (26 punti) o con i passaggi illuminanti di Rondo (10 punti e 14 assist). Pare però la nottata di New York, quando sul finire del terzo quarto Pierce fa un fallo sciocco su Felton, e gli permette così di ristabilire i 7 punti di vantaggio che avevano già contrassegnato la fine del primo tempo (58-51). Il Destino vuole però che i Verdi non abbiano tanta voglia di sottostare ai ritmi da transizione di Gallinari, Felton e Chandler... e quindi un passo alla volta si riprendono tutto lo svantaggio, e ad un minuto scarso dalla fine una tripla di Ray Allen regala il secondo vantaggio della serata per i Verdi: 116-113. Il resto è adrenalina pura... Gallinari (20 punti) con un gioco da tre impatta la partita, e dall'altra parte Paul Pierce (Mvp del match con 32 punti e 10 rimbalzi) risponde alla sua maniera con un jump vincente magistrale, oltre Stoudemire, a 0.4 centesimi di secondo dalla sirena. Quella sirena che non premierà un istante dopo Stat; e che farà gelare l'entusiasmo di ogni newyorchese presente al Madison Square Garden! 11° vittoria consecutiva per i Celtics. Nota di chiusura: Partita encomiabile da parte di Garnett che nell'ultimo quarto gioca con una intensità paurosa, e griffa una doppia doppia fondamentale da 20 punti e 13 rimbalzi.

Miami Heat - Cleveland Cavaliers 101-95 l’atmosfera non è quella del 2 dicembre, ma a Wade importa poco e con 28 punti trascina di forza i suoi ad una 10°W consecutiva molto importante per il morale del gruppo. Da segnalare la prova di Chalmers che nel 3° quarto segna la partita degli Heat con 14 punti. Miami però che soffre, e solo nel finale raccoglierà i frutti di un buonissimo terzo periodo. Doppia doppia (21 punti, 13 rimbalzi) ma partita non memorabile per Lebron James, al contrario in casa Cavs va alla grande per l’amico del Re, un Gibson da 26 punti, e spina nel fianco per la difesa di South Beach.

San Antonio Spurs – Milwaukee Bucks 92-90 Sirena fatale per i Bucks, spenti sul più bello da una delle tante prodezze del Gino più famoso del globo. Serve a poco la discreta difesa di Mbah a Moute, o i probabili passi non fischiati dai grigi… gli Spurs non smettono di vincere, ed il primo posto nella Western è sempre più saldo. Immenso  Duncan che flirta con la tripla doppia (13 punti, 11 rimbalzi, 7 stoppate).

Dallas Mavericks - Portland Blazers  103-98 Come contro i Bucks i Mavs rischiamo di perdere una partita giù vinta (+18 toccato nel terzo quarto), ma questa volta Nowitzki (21 punti) non ci sta e da leader Mvp di Dallas, con 8 punti vitale negli ultimi possessi, impedisce ad un super Aldridge (35 punti) e a dei Blazers efficaci finalmente, nella ripresa, di ribaltare una contesa già ipotecata sul finir del secondo periodo (51-39). Sugli scudi Butler (23 punti, e tanta sostanza nel primo quarto) e Terry (con 13 punti dal pino).

Gli altri risultati della notte: Philadelphia vs LA Clippers 105-91, Toronto vs Chicago 93-110, Memphis vs Charlotte 113-80, New Orleans vs Sacramento 94-91, Oklahoma vs Houston 117-105, Phoenix vs Minnesota 128-122,

bianco.png