Mercoledì, 05 Gennaio 2011 16:08

Basket Nba. New York oscura gli Spurs, i Lakers tornano alla vittoria

Scritto da

Primo Martedì di Gennaio alquanto infuocato nella Nba con 7 partite, ed alcune di queste davvero combattute o spettacolari.

In merito a quanto scritto è giusto partire con il match di cartello tra Spurs e Knicks con quest’ultimi vittoriosi per 128-115! Partita a mille a l’ora, divertente, spensierata, con percentuali vertiginose e difese in vacanza. New York non sbaglia quasi niente, e San Antonio fa fatica a restargli in scia. A fine terzo quarto si accarezzano già i 100 punti da entrambe le parti. I numeri sono da capogiro: 28 per Stoudemire, 31+9 rimbalzi per Chandler, 26 per Parker sulla sponda Spurs. Popovich sul -10 a 3 minuti dalla fine alza bandiera bianca, troppa energia sul versante NY, e un 60% al tiro abbondante che delinea determinati aspetti del confronto. Per gli Spurs è la 5° L stagionale! Sconfitta anche per Portland, che dopo le ultime uscite convincenti, perde il passo contro Dallas, falcidiata dagli infortuni ma con un cuore enorme. Nowitzki è ancora fuori, Butler è out per tutta la stagione, ma ciò non ferma Terry, Marion, Chandler e Kidd che in 100 secondi di batticuore regalano la preziosa W ai Mavs. Partita al contrario di quella di New York, a punteggio bassissimo, dove sono le difese a prevalere sugli attacchi. In conclusione Dallas batte Portland 84-81, e stavolta a poco servono i 28 punti di uno scatenato Aldridge.


Sul versante contenders: Agevole W per i Lakers che dopo tanti patemi si liberano facilmente dei Pistons. LA supera Detroit 108-83 sfruttando a pieno le armi di cui dispone nel pitturato (Gasol 21 punti, 7 rimbalzi & Bynum 13 punti in 22 minuti) e giocando un grandissimo secondo tempo, con oltre 63 punti scritti a tabellone. Vince anche Miami, e siamo a 19 W nelle ultime 20 partite. Altra prova monster di Wade con 34 punti e 13/15 dalla lunetta. Lebron e Bosh fanno le spalle di lusso con 25 e 19 punti, e Milwaukee dopo un discreto primo tempo deve piegarsi 101-89. Ora per i Bucks è tempo di trovare nuove idee per fronteggiare seriamente gli Heat, visto che le due squadre si ritroveranno faccia a faccia tra poche ore.  


Negli altri parquet della nottata: I Bulls battono 111-91 i Raptors in una partita senza storia, con Deng e Gibson sugli scudi, autori a testa di 24 punti e 16 punti +14 rimbalzi. Il ritorno di Bargnani con 23 punti e 6 rimbalzi non aiuta più di tanto i Raptors. Oltre ai Bulls W convincenti pure per gli Hawks in casa dei Kings (108-102) e di Memphis che con una gran prova del duo Gay-Randolph (58 punti e 21 rimbalzi in combinata) supera per 110-105 degli spenti Thunder, troppo legati alle lune storte di Green (1/5 dal campo) e di Westbrook (28 punti, ma non eccezionale in alcune letture della partita).

bianco.png