Venerdì, 28 Febbraio 2014 07:57

Duplice sfida di città: Milano contro Torino e Roma

Scritto da

Europa League:  3 qualificate su 4 (esce la Lazio)

Juve.  Dopo meno di 20 minuti la Juve, bissando il 2-0 dell'andata, aveva già la qualificazione        in tasca e, da qual momento, Conte poteva permettersi un utile turnover in vista degli impegni di campionato che l'attendono, nel posticipo di domenica sera (ore 20,45), a s. Siro contro un ritrovato Milan. Superati i sedicesimi e sfatato il tabù Turchia, i bianconeri affronteranno,  negli ottavi, in una sfida fratricida tutta italiana, la Fiorentina. Ma a questo ci si penserà più avanti, ora ci si rituffa nel campionato,    con un turno alquanto delicato perché Milan-Juventus è pur sempre una "classica" d'altri tempi ma attuale più che mai, anche senza guardare le posizioni di classifica delle due squadre, visto il mastodontico divario esistente.  Per la compagine di Seedorf,  vincere equivarrebbe a riaprire il torneo e a svoltare, per quella di Conte, invece, significherebbe dimostrare la propria forza sia in Italia che in campo internazionale; ma entrambe le squadre hanno una gran fame dei tre punti,       per rincorrere il sesto posto,  i rossoneri, per tenere a distanza invariata la Roma, i bianconeri. Interessante  incontro tutto da vedere.    

 

Napoli.  Fino a 12 minuti dal termine il Napoli, sull'1-1, sembrava spacciato, poi, ci pensava il solito Higuain a riaprire la porta dei quarti e Reina a chiudere la propria con una paio di parate super; e allo scadere ci si permetteva pure il lusso del terzo gol.  I partenopei se la vedranno con il Porto, una delle compagini più forti del torneo e quest'accoppiamento sarà una probante  verifica europea della squadra di Benitez.  Domenica pomeriggio (ore 18,30), invece, il Napoli sarà chiamato a Livorno a riscattare la scialba prova casalinga col Genoa contro un'avversaria al limite della disperazione,  per consolidare la terza posizione.    

 

Fiorentina. Una pura formalità per la Fiorentina, dopo il successo, all'andata, in Danimarca e, anche stavolta, fino a pochi minuti dal termine stava vincendo grazie ad una magistrale punizione di Ilicic ma, poi, è finita 1-1. Montella ha voluto saggiare le seconde linee per stemperare le fatiche in vista dello scontro di domenica sera (20,45) al "Franchi" con la Lazio ed anche di quelli degli ottavi con la Juventus (13 e 20 marzo prossimi), nei quali si replicheranno le sfide nazionali con un significato europeo. Intanto, nella rincorsa al Napoli tenendo a distanza le inseguitrici, bisognerà regolare una Lazio col dente avvelenato di ritorno dalla Bulgaria.

 

Lazio. Nessuno avrebbe mai pensato che la Lazio, pur segnando tre gol in trasferta, non sarebbe stata capace di passare il turno ma, sul  3-3 finale, dopo essere stata tre volte in vantaggio, ha pesato la sorprendente sconfitta dell'andata e questo rende ancora più amara l'uscita dall'Europa già al primo turno. Chissà i tifosi come reagiranno.....Ma non ci sarà neppure il tempo di recriminare sugli evidenti e decisivi errori difensivi, specie di Marchetti, che incombe la trasferta di Firenze.                     Solo se dovesse scaturire dalla stessa una prova convincente e un risultato favorevole si potrebbe stemperare la delusione ma se così non fosse....non vorremmo essere nei panni di Lotito ed anche di Reja.

Sfida Roma-Inter

Roma seconda, Inter quarta: sembrerebbe una partita d'alto bordo, ma, quando, poi, si leggono i 17 punti di differenza, allora si comprende che fra le due compagini c'è un abisso o quasi.  Comunque è pur sempre un incontro da classificare fra quelli dai grandi nomi e, per la Roma in particolare,  c'è la necessità e anche l'obbligo di vincere, sperando in un miracolo a Milano.... Ma anche per l'Inter è più o meno la stessa cosa,  perché il lanciatissimo Verona è arrivato ad un punto e, giocando in casa col malcapitato Bologna, potrebbe vincere tentando il sorpasso; di conseguenza, agli uomini di  Mazzarri si richiede la massima attenzione da questa trasferta romana.

 

La ricorsa per l'Europa League 2014/15                                                                                                                  

Le altre due squadre che puntano alla poltrona europea,  Parma e Torino, giocano entrambe in casa: la prima col Sassuolo, apparentemente vittima sacrificale, ma trattasi pur sempre di un derby della bassa padana emiliana, da prendere con le molle anche se gli undici  di Donadoni  sono, ormai, una sicurezza. Il Torino, invece, deve smaltire le scorie del derby e lo farà con la Sampdoria, riveniente da due sconfitte: indispensabile vincere se si vuole continuare a puntare ad un altro traguardo, dopo la salvezza acquisita anticipatamente; per i doriani, invece, è importante non dare ulteriori segni di cedimento.

 

Zona centrale                                                                                                                                         

Domeica, alle ore 12,30 c'è un  Cagliari-Udinese molto importante soprattutto per i padroni di casa, assai rinfrancati per il pari di s. Siro,  per non essere risucchiati verso il basso. L'Atalanta,  che non vince da tre partite, spera di riprendersi con il Chievo per tirarsi su dopo diversi alti e bassi.    

 Area..... depressa                                                                                                                                     

Delle tre squadre impantanate nella zona rossa, chi da l'impressione di stare peggio è il Sassuolo,  ultimo,  del quale non si è visto alcun miglioramento dopo il cambio dell'allenatore e la massiccia campagna di rafforzamento e domenica va a Parma... Due punti più su c'è il Catania, ferito a morte nello scontro col Chievo, una diretta concorrente, una settimana fa,  e ancora in trasferta contro un Genoa, ringalluzzito dal pari di Napoli e assestato al centro classifica con la voglia di continuare a rimanere davanti ai cugini della Samp (in mancanza di altri traguardi, a Genova si vive di campanilismi). Il Livorno, terz'ultimo, capita proprio male ospitando il Napoli e, forse, anche un punto potrebbe far comodo; in situazioni di forte disagio anche muovere la classifica può essere importante.     

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

unnamed.png

Opinioni

Covid-19: accordo tra Takis e Rottapharm Biotech sullo sviluppo del vaccino

Covid-19: accordo tra Takis e Rottapharm Biotech sullo sviluppo del vaccino

Aurisicchio Ad Takis: “Un’opportunità sinergica e nuovi stimoli”. Lucio Rovati, Presidente e Direttore Scientifico di Rottapharm Biotech; “non solo i capitali per la prima fase di sperimentazione, ma soprattutto il...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Dalla Casa di Cura Giovanni XXIII Monastier di Treviso l’innovazione per contr…

Dalla Casa di Cura Giovanni XXIII Monastier di Treviso l’innovazione per contrastare il Covid-19

Nei laboratori arrivano nuovi strumenti per il controllo e il monitoraggio del Coronavirus 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]