Giovedì, 14 Aprile 2016 08:04

Basket. Kobe Bryant lascia alla grande. Show tra lacrime e applausi da 60 punti

Scritto da

NEW YORK - Un addio trionfale quello del cestista Kobe Bryant che chiude la sua carriera con una prestazione da vero campione: 60 punti che regalano la vittoria per 101 a 96  ai suoi Los Angeles Lakers sugli Utah Jazz.  

Il finale e' davvero da brivido intenso, con il pubblico dello Staples center di Los Angeles impazzito e una standing ovation infinita al grido di 'Kobe, Kobe'. Sono venti anni di carrirera indiscussa che si chiudono per questo atleta che ha raggiunto dei traguardi incredibili.  Al di là dei suoi meriti e dei risultati raggiunti in questa carriera unica, vale la pena di rileggere la lettera che Kobe scrisse annunciando l'abbandono alla carriera agonistica all'età di 38 anni. Parole commoventi in cui emerge l'amore che Kobe ha sempre provato copn questo meraviglioso sport. Di sicuro questo ragazzotto, che riteniamo molto vicino anche a noi, visto la sua infanzia trascorsa in Italia, continuerà a far sognare chiunque si avvicinerà al basket. 

LA LETTERA


Caro basket,
dal momento in cui ho cominciato ad arrotolare i calzini di mio padre
e a lanciare immaginari tiri della vittoria nel Great Western Forum
ho saputo che una cosa era reale:
mi ero innamorato di te.

Un amore così profondo che ti ho dato tutto
dalla mia mente al mio corpo
dal mio spirito alla mia anima.
Da bambino di 6 anni
profondamente innamorato di te
non ho mai visto la fine del tunnel.
Vedevo solo me stesso
correre fuori da uno.
E quindi ho corso.
Ho corso su e giù per ogni parquet
dietro ad ogni palla persa per te.
Hai chiesto il mio impegno
ti ho dato il mio cuore
perché c’era tanto altro dietro.
Ho giocato nonostante il sudore e il dolore
non per vincere una sfida
ma perché TU mi avevi chiamato.
Ho fatto tutto per TE
perché è quello che fai
quando qualcuno ti fa sentire vivo
come tu mi hai fatto sentire.

Hai fatto vivere a un bambino di 6 anni il suo sogno di essere un Laker
e per questo ti amerò per sempre.
Ma non posso amarti più con la stessa ossessione.
Questa stagione è tutto quello che mi resta.
Il mio cuore può sopportare la battaglia
la mia mente può gestire la fatica
ma il mio corpo sa che è ora di dire addio.
E va bene.
Sono pronto a lasciarti andare.
E voglio che tu lo sappia
così entrambi possiamo assaporare ogni momento che ci rimane insieme.
I momenti buoni e quelli meno buoni.

Ci siamo dati entrambi tutto quello che avevamo.
E sappiamo entrambi, indipendentemente da cosa farò,
che rimarrò per sempre quel bambino
con i calzini arrotolati
bidone della spazzatura nell’angolo
5 secondi da giocare.
Palla tra le mie mani.
5... 4... 3... 2... 1...

Ti amerò per sempre,

Kobe

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]