Bruna Alasia

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

E’ quasi certo che Netflix non parteciperà neanche quest’anno al festival di Cannes - ed è un peccato visto che “Coda” il film premiato dall’Accademy con l’Oscar segna la prima vittoria di Apple Tv+, un servizio streaming – dalla Croisette però arriva la notizia che il festival diretto da Thierry Frémaux ha scelto TikTok come partner ufficiale della 75ma edizione.

Dopo aver debuttato al Piccolo Teatro di Milano è arrivato a Roma, e sarà in scena al teatro Argentina fino al 3 aprile M Il figlio del secolo, uno spettacolo di Massimo Popolizio dal romanzo storico di Antonio Scurati, premio Strega del 2019.

Dopo la proiezione all’EFM Festival di Berlino 2022, è stato presentato a Roma Il vecchio e la bambina, documentario di Sebastiano Rizzo con Totò Onnis, Maria Grazia Cucinotta e la piccola Giada Fortini

Sono decine di migliaia le persone che nelle città ucraine bombardate dai russi stanno prenotando su Airbnb soggiorni più meno lunghi. Com’è possibile che la gente decida di andare in vacanza in un paese martoriato dalla guerra?

Arriva nelle sale in 500 copie il 10 marzo la commedia di Massimiliano Bruno “C’era una volta il crimine”, terzo capitolo di una saga popolare di successo iniziata nel 2019 con “Non ci resta che il crime” e “Ritorno al crimine”

SANTA SEVERA – Nella sede simbolica del castello di Santa Severa, frazione di Santa Marinella città metropolitana di Roma Capitale, è stata presentata alla stampa l’associazione D.M.O. Etruskey - Destination Management Organization dell’Alto Lazio, che si riconosce nell’eredità culturale degli Etruschi con il progetto di rilanciarne il territorio

ROMA – Con circa 300 opere originali che vanno dal Rinascimento all’epoca contemporanea “Gribouillage / Scarabocchio.

ROMA – “Guido Reni a Roma, Il Sacro e la Natura” dal 1 marzo al 22 maggio 2022, a cura di Francesca Cappelletti è  una mostra da godere per il valore delle opere esposte e per la sontuosa cornice che la Galleria Borghese - con le sue sale affrescate, la sua collezione di sculture, bassorilievi e mosaici antichi – offre ai dipinti del maestro del ‘600 e dei suoi contemporanei.

“L’ombra del giorno” per la regia di Giuseppe Piccioni, regista sempre migliorato negli anni, è una storia d’amore durante il fascismo che, in un momento in cui pandemia ed echi di guerra fanno sentire forte il senso della precarietà, ha sviluppi emotivi nei quali lo spettatore medio si può identificare.

PARIGI - “(Tout) ce qui (nous) reste” , (Tutto) ciò che (ci) resta, è uno spettacolo interpretato, scritto e diretto da Maria Stella Milani, debutto dell’ opera prima di una giovane promessa.

bianco.png