Visualizza articoli per tag: Ranocchia

BOLOGNA - Nella festa per i 110 anni della Fiom, Michele Santoro ha portato anche Roberto Benigni. Il comico toscano non ha saputo dire di no all'invito del conduttore: "Quando Michele m'ha chiesto di venire qui, ho detto subito di sì. Tanto, in questo periodo, con tutti questi Sì ci sono abituato".

Pubblicato in Società

RISULTATI E PROIEZIONI DELLE AMMINISTRATIVE NELLE CITTA' PIU' IMPORTANTI. I MILANESI SEMBRANO VOLER DARE IL BENSERVITO ALL'AMMINISTRAZIONE DI LETIZIA MORATTI

Pubblicato in Primo piano

ROMA – Poche volte nella storia della Repubblica elezioni amministrative hanno assunto un rilievo così determinante per il governo nazionale. Accadde nel 1975, con una vittoria assai rilevante del Pci, che conquistò la maggior parte dei governi regionali e comunali a scapito del partito cattolico, facendo intravedere una conquista del primato politico nazionale che poi in effetti non ci fu a causa del perdurare del “fattore K”. È accaduto dopo le elezioni regionali del 16 aprile 2000, le prime svoltesi dopo la riforma federalistica del centro-sinistra, quando, a seguito di una netta affermazione del centro-destra, il governo presieduto da Massimo D’Alema si dimise.

Pubblicato in Primo piano

ROMA - L'insediamento dei circa 13 mila seggi elettorali, avvenuto nel pomeriggio, è stato l'ultimo tassello del complesso puzzle organizzativo che darà il via a una tornata amministrativa caratterizzata da una forte valenza politica a livello nazionale. Del resto, in tempo di federalismo, in ballo c'è la guida di 1.315 comuni (30 i capoluoghi di provincia, tra cui Milano, Torino, Bologna e Napoli), e 11 province, vale a dire Mantova, Pavia, Treviso, Ravenna, Lucca, Macerata, Campobasso e Reggio Calabria, Gorizia e Trieste. Ma oltre alle sfide al calor bianco che si terranno in alcune città importanti, a dare risalto ai prossimi due giorni di voto concorre anche l'imponenza del corpo elettorale, costituito da quasi 13 milioni di cittadini, vale a dire circa un quinto della popolazione nazionale.

Pubblicato in Primo piano

BOLOGNA - Quattro film per il giovane talento del cinema documentario svizzero: Jean-Stéphane Bron (nato a Losanna nel 1969), dopo aver stupito lo scorso anno a Cannes con il suo Cleveland versus Wall Street, arriva nel capoluogo emiliano per la retrospettiva che gli dedica la Cineteca di Bologna (in collaborazione con Swiss Films) da venerdì 6 a domenica 8 maggio al Cinema Lumière (via Azzo Gardino, 65) e curata dal critico italo-svizzero Lorenzo Buccella.

Pubblicato in Cinema & Teatro
Etichettato sotto

BOLOGNA - Il Future Film Festival, in collaborazione con l’Università di Bologna, premia la migliore tesi di argomento cinematografico dedicata al fantasy, all'animazione e agli effetti speciali.

Pubblicato in Cinema & Teatro

L. MACCHIAVELLI, Strage, Einaudi, Torino, 2010, pp. 584, Euro 21,00

Loriano Macchiavelli – il padre del “noir” italiano – ha dedicato alla “Strage” (così la definisce sempre, con la “S” maiuscola) un romanzo curioso, fluviale. Pubblicato per la prima volta da Rizzoli nel 1990, dopo appena tre settimane fu ritirato dalle librerie perché uno degli imputati per la strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980 si era riconosciuto in uno dei personaggi. Uno degli avvocati degli imputati entrò in aula brandendo una copia del libro e gridando: «Ecco come vogliono influenzare i giudici!». Fu una sorta di rimozione letteraria collettiva.

Pubblicato in Dazebao le idee

bianco.png