Visualizza articoli per tag: falcone

Venerdì, 19 Maggio 2017 18:00

Giovanni Falcone: un esempio per i nostri giovani

Giovanni Falcone non solo va ricordato, ma bisogna impegnarsi affinché non sia dimenticato. Sembra la reiterazione dello stesso concetto ma così non è.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

ROMA - Dai collaboratori di Giustizia nel  secondo processo dedicato alla strage di Capaci, che si sta svolgendo alla Corte di Assise di Caltanissetta,  in cui vennero uccisi il 23 maggio 1992 il giudice Giovanni Falcone, la moglie anche lei magistrato  Francesca Morvillo e  i tre agenti di scorta, emergono ogni giorno novità di fatto sui particolari dell’agguato che privò il nostro Paese di uno dei maggiori nemici di Cosa Nostra ma anche di quei politici e altre persone che  non ne fanno parte ma che collaborano con essa e costituiscono la grande zona grigia di cui nel nostro Paese fruiscono le grandi associazioni mafiose per esercitare il loro grande potere.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

ROMA - Ogni anno che passa è sempre più difficile trovare consensi quando si vuole parlare di legalità e si vogliono ricordare le vittime che per tale ideale hanno donato la loro vita. E' sempre la stessa storia: la legalità in questo Paese non è la regola ma l'eccezione. All'epoca, non avevo ancora ventiquattro anni e ricordo ogni minimo dettaglio di quell'orribile 23 maggio 1992. La mia ammirazione per Giovanni Falcone, per la sua vita, i suoi ideali e la sua

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

ROMA - Nella lotta alla criminalità organizzata, dal punto di vista investigativo e giudiziario, il “Pool Antimafia”, a mio giudizio, ad oggi, resta insuperato e forse insuperabile. Fu una geniale intuizione di Rocco Chinnici che con la successiva esperienza e tenacia di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino portò al primo grande processo contro la mafia riconosciuta come associazione criminale.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

SAN PAOLO - Lunedì 7 dicembre nell’ambito del “Premio internazionale Giovanni Falcone” promosso dall’Istituto Brasiliano di Lotta alla Criminalità “Giovanni Falcone” di San Paolo, il profossere Vincenzo Musacchio, giurista e docente di diritto penale in varie Università italiane, ha ricevuto la “menzione speciale” dal comitato scientifico per il suo scritto “La lotta al terrorismo nel diritto penale europeo”  con la seguente motivazione: “Ha offerto con il suo lavoro un contributo rilevante alle modalità di prevenzione e di lotta al terrorismo in ambito europeo”. 

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

ROMA - Ventitrè anni fa morirono a Capaci sull’autostrada che dall’aeroporto porta a Palermo: Rocco Dicillo, Antonio Montinaro, Francesca Morvillo, Vito Schifani e Giovanni Falcone. L’orologio della moglie del giudice si fermò alle 18,08. Un’ora della nostra triste storia. Il magistrato Falcone, uno come noi, con i problemi e i fallimenti di tutti, serviva lealmente lo Stato.

Pubblicato in Il punto

ROMA - L’Italia è il paese delle più vistose contraddizioni che si possano immaginare ma pochi sembrano accorgersene. Soltanto ieri l’Ora quotidiano e il Corriere della Seraon line  hanno pubblicato una lettera che il giudice Giovanni Falcone aveva scritto nel 1991, un anno prima della strage di Capaci che determinò la fine della sua vita, della moglie Francesca Morvillo e degli uomini della sua scorta mentre ritornava a Palermo.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

ROMA - Un sollievo per chi l’ha amato, è ricordarlo così: col suo sorriso pieno di un “cambiamento possibile”. In quel sole tiepido che scalda la primavera siciliana, Falcone lavorava per la sua missione di uomo e salvatore della sua società. E’ il Maggio del 1992, ed era Maggio anche quando la sua terra gli regalò i natali.

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

PALERMO - Sono salpate ieri dal porto di Napoli e di Civitavecchia le due "navi della legalità",  ribattezzate 'Giovanni' e 'Paolo'. Sono approdate a Palermo questa mattina alle 8.00, con circa 2600 studenti provenienti da tutta Italia per ricordare la strage di Capaci di 21 anni fa. 

Pubblicato in Primo piano

PALERMO - A Palermo in memoria di Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo e dei  tre agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro,  si celebra il giorno della legalità, giunto alla sua ventesima ricorrenza dopo il  23 maggio del 1992, giorno che viene ricordato tristemente come la strage di Capaci.

Pubblicato in Primo piano
Pagina 1 di 2

bianco.png