Intervista all’autore

Published in Letteratura

ROMA - A grande richiesta e grazie al clamoroso successo ottenuto lo scorso anno, l’audace De Paola si rimette in gioco con la storia più entusiasmante di tutti i tempi: Novecento, tratto dall’omonimo romanzo di Alessandro Baricco.

Published in Cinema & Teatro

ROMANella Germania del 1912, un giovane ingegnere, di umili origini, viene assunto in un' acciaieria. Lo zelo del giovane colpisce il proprietario dello stabilimento, tanto da farne, in breve tempo, il suo segretario personale.

Published in Cinema & Teatro

ROMA - Piccioni e farfalle fanno la rivoluzione non è solo un romanzo: ieri 5 settembre 2014, ne abbiamo avuto una conferma.  L'autore, Maurizio Mequio, invitato a presentare l'edizione online pubblicata da Dazebaonews nella Festa “Vengo da Primavalle” nel Parco Anna Bracci a Roma lo ha spiegato a un pubblico stupito e incuriosito dal testo e da ciò che gli gira intorno: “Piccioni e farfalle è un oggetto letterario non identificato, parla di Primavalle, ma ne parla come periferia, Sud del mondo, confine, come luogo da riscattare che potrebbe essere ovunque.

Published in Cultura

ROMA - Sissi Drake è il nome d’arte che copre l’identità di una brava autrice, capace di una scrittura svelta e coinvolgente, che bene tratteggia questa storia hot tra una bella editor trentenne, londinese, ed il suo pigmalione del sesso, il gigolò Tucker Murray, al quale viene indirizzata da un’amica, per vedere se lui riuscirà a guarirla da una misteriosa frigidità, di natura sicuramente psicologica.

Published in Il libro

ROMA - Simone Perotti è uno scrittore italiano. Laureato in Lettere Moderne, dopo aver conseguito un master in Comunicazione è divenuto manager in aziende italiane e multinazionali,   continuando a scrivere racconti e articoli per riviste underground e a navigare come skipper e istruttore di vela.

Published in Letteratura
Sabato, 10 Maggio 2014 07:50

9. FINE (seconda parte)

Il ritorno a casa fu un trauma, le cose e le persone che pensava di non rivedere più tutto ad un tratto si stavano interessando del suo fallimento. Orazio nel giro di due giorni arrivò nell’isola e da lì iniziò la sua schiavitù. Doveva lavorare tutti i giorni dalla mattina alla notte, aveva anche un letto dove poter svenire nelle poche ore di pausa. I colleghi erano la gente più di merda che avesse mai conosciuto in vita sua e se non fosse stato per Paz non ce l’avrebbe fatta. L’estate passò così, però, almeno, quando tornava a casa con le gambe distrutte e l’animo a pezzi, vedendo Paz trovava le forze per continuare. Venezia gli era sempre piaciuta, ma questa volta la odiava. 

Giovedì, 01 Maggio 2014 17:18

9. FINE (prima parte)

“Orazio?” chiamò una voce al telefono. “Puedes pasar a la una de la tarde para trabajar?”, continuò la voce al telefono. Orazio stava per piangere dalla gioia, era una vineria della città vecchia che lo stava chiamando per proporgli di lavorare come cameriere. Era entusiasta, non sapeva cosa fare, chiamò Paz e le disse di passare subito da lui che aveva una cosa importante da dirle. Paz una volta che seppe la buona notizia era felice e più rilassata.

Giovedì, 24 Aprile 2014 20:24

Io amo scrivere

Ecco, l’ho scritto. Non lo avevo mai scritto prima. In quasi ventiquattro anni avrò scritto milioni di cose … appunti scolastici, numeri telefonici, bigliettini d’auguri per Pasqua, Natale, compleanni vari; ricette di ogni tipo che poi non ho mai realizzato. Però questa frase non l’avevo mai scritta.

Published in Lessico famigliare
Giovedì, 24 Aprile 2014 20:20

Stanco (seconda parte)

Orazio quasi ogni venerdì era nervoso, quella “fiesta” da bisogno iniziale era diventata un tormento. La gente durante la “fiesta” alla fine beve, beve, beve, consuma droga e in stati di non coscienza finisce con il rompere i coglioni agli altri. E perché Orazio doveva innervosirsi in questo modo? Chi lo obbligava?

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

L’amore ai tempi del coronavirus

L’amore ai tempi del coronavirus

L’epidemia fa bene all’amore o no? Non ci sono statistiche in materia, né esperti che ne parlino in tv, ma la domanda è legittima. E la risposta  più ovvia è:...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]