Venerdì, 14 Settembre 2012 17:29

Vino. Confagricoltura: L'Italia, leadership della vitinicoltura sostenibile

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - “L’obiettivo-sostenibilità per chi fa vino oggi è ormai una scelta irrinunciabile, nell’ottica di preservare e proteggere la vitivinicoltura mondiale, creando valore.

Il crescente interesse verso le problematiche ambientali ha spinto molti produttori a valutare gli aspetti etico-sociali e ambientali della loro attività produttiva, tanto che un numero sempre maggiore di aziende pone la sostenibilità fra le leve di marketing  con cui agire sul consumatore” . Sulla base di queste considerazioni il presidente di Confagricoltura, Mario Guidi, ha concluso il convegno “La Green Economy del vino – Territorio, Innovazione, Qualità, Sostenibilità”, svoltosi oggi a Montefalco.

“Il nostro Paese – ha sottolineato Guidi – ha le carte in regola per sostenere una posizione di leadership a livello europeo sulle norme sostenibili: in Italia la biodiversità è molto spiccata, come testimonia il numero di vitigni autoctoni; il paesaggio viticolo, a parte qualche eccezione, è preservato e valorizzato ed il clima agevola la lotta alle malattie del vigneto. Ma perché questo si realizzi occorre che ci sia un corretto equilibrio tra regole, vincoli e un’efficiente gestione economica delle aziende. Proporre un protocollo di vitivinicoltura sostenibile è senz’altro in linea con le esigenze di tutela del patrimonio naturale, ma è importante che sia anche compatibile con la logica d’impresa”.

“L’impegno di Confagricoltura sarà quello di vigilare sulla definizione dei nuovi criteri in modo da non penalizzare la competitività delle nostre aziende nel mercato internazionale e al tempo stesso di valorizzare quanto  attiene alle nostre specificità produttive”, ha annunciato il presidente dell’Organizzazione degli imprenditori agricoli

“L’approccio sostenibile alla viticoltura si declina in un senso di moderazione – ha tenuto ad aggiungere Guidi -. Le scelte nel vigneto, che conservano l'integrità degli ecosistemi, e le tecniche enologiche che esaltano le specificità locali costituiscono la base di un approccio per la sostenibilità del vino, un valore aggiunto agli stili, ai volumi e alle tecniche di produzione”.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]