Giovedì, 07 Marzo 2013 15:52

8 marzo. Musei romani gratuiti per le donne

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - Un 8 marzo all’insegna dell’arte per le donne a Roma.  I Musei Civici saranno infatti visitabili gratuitamente (tranne i Musei Capitolini con biglietto ridottissimo e il Planetario con tariffa ordinaria) per l’intera giornata, grazie all’iniziativa voluta da Dino Gasperini, Assessore alle Politiche Culturali e Centro Storico - Sovrintendenza Capitolina.



Un sistema museale – gestito da Zètema Progetto Cultura -  ricco di attrattiva con le sue preziose collezioni permanenti ed esposizioni temporanee, a testimonianza dell’unicità del patrimonio storico, artistico e scientifico nel panorama culturale italiano.

Aderiscono all’iniziativa: Centrale Montemartini, Mercati di Traiano, Museo dell'Ara Pacis, Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco, Museo della Civiltà Romana, Museo delle Mura, Villa di Massenzio, Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina, Museo di Roma, Museo Napoleonico, Casa Museo Alberto Moravia, Galleria d'Arte Moderna, MACRO, Museo Carlo Bilotti, Museo Pietro Canonica, Museo di Roma in Trastevere, Musei di Villa Torlonia, Museo Civico di Zoologia.

Quale miglior modo per festeggiare l’universo femminile se non quello di offrire loro la possibilità di scegliere, tra le numerose mostre in corso, quella più adatta alla propria personalità?
Le sculture di De Pietro ai Mercati di Traiano con la mostra Memoria coinvolgono emotivamente nel gioco delle forme che si insinuano nelle sale di un sito archeologico tra i più affascinanti.

Ancora, per le più intellettuali, la mostra Legami e Corrispondenze alla Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale, dove le opere esposte, in un continuo dialogo con gli scrittori, offrono una rilettura ideale delle intense relazioni e interazioni tra arti visive, letteratura e poesia, che si sono sviluppate a Roma, dall’inizio del secolo scorso fino alla fine degli anni sessanta.

Un passaggio necessario alla mostra Tutti De Sica, ospitata all’Ara Pacis, un emozionante itinerario multimediale tra manifesti, fotografie, oggetti di culto e documenti personali, per cogliere nella sua vera essenza il famoso artista.

Anche Villa Torlonia con la mostra ospitata alla Casina delle Civette “Virus Vitreum. Opere di Giuliano Giuman” può far sognare nella “stanza della fata” dove l’opera “Narciso” dialoga con le gemme delle vetrate di Cambellotti.

Un’iniziativa di valore quella dedicata alle donne in occasione dell’8 Marzo. Un suggerimento tra cultura e curiosità per stimolare la conoscenza e la riscoperta dello straordinario patrimonio culturale dei Musei Civici di Roma Capitale.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Venezia 2019. Un libro su “I Cannibali”, un premio e un buon bicchiere di vino

Le donne del vino, UNIROMA3 e il Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive per il Premio Gregorio Napoli 

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]