Lunedì, 07 Settembre 2015 12:59

Quote latte: Agrinsieme, Italia chiede indietro a Ue 75 mln

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - ”Per l'Italia chiediamo indietro i soldi delle multe per lo sforamento delle quote latte nel periodo 2014/2015, che stimiamo siano circa 75 milioni di euro".

Così Dino Scanavino, a Bruxelles in qualità di presidente di Agrinsieme, il coordinamento creato da Cia, Confcooperative, Confagricoltura, Copagri e Legacoop. Di questi fondi, "fra i 15 e i 16 milioni di euro servono per l'acquisto di 40mila forme di formaggio, per dare sollievo al mercato", aggiunge Scanavino.

Secondo Scanavino "il ritiro di 20-30mila forme di formaggio, da destinare agli indigenti, alleggerirebbero gli stock di Grana Padano, Reggiano e Montasio". Questo meccanismo secondo il presidente di Agrinsieme "tonificherebbe subito il mercato e verrebbero a galla eventuali spinte speculative". Quanto alla manifestazione a Bruxelles, Scanavino spiega che "gli agricoltori europei oggi manifestano non per avere di più, ma quello che gli spetta, per il ruolo che hanno nella società e nell'economia. Un'attenzione, specie per settori latte, carne, ortofrutta, la cui situazione del reddito è ormai insostenibile". 

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

L’artista dei musei

Enrico Meneghelli, The Picture Gallery in the Old Museum, 1879 (Museum of Fine Arts, Boston)  Nato nel 1853, italiano d’origine, Enrico Meneghelli emigrò negli Stati Uniti facendo di Boston e New...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Farmaceutica. La filosofia “Lean transformation” è realtà

ITC Farma investe 5 milioni per una produzione di qualità   L’azienda farmaceutica pontina, leader a livello nazionale nel contract manufacturing, ha deciso di investire nel corso del 2020, altri 5...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]