Giovedì, 25 Febbraio 2016 07:55

Oms, emergenza zika, potrebbe peggiorare Featured

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

RIO DE JANEIRO - L'epidemia di virus Zika "potrebbe peggiorare prima di iniziare a migliorare", ha dichiarato il capo dell'Organizzazione mondiale della Sanità, Margaret Chan, in visita in Brasile, il Paese più colpito dai contagi.

Secondo Chan, il virus Zika, ritenuto responsabile anche dei casi di microcefalia in bambini nati da donne contagiate, rappresenta una sfida "formidabile" e difficile da afffrontare.Il numero uno dell'Oms ha parlato di una "minaccia più grande" rispetto ad altre pandemie in termini di diffusione georgrafica del fenomieno. Parte della sfida nel combattere questo virus, secondo Chan, è il fatto che sia così "misterioso" e "pieno di incertezze, quindi dovremo essere preparati a delle sorprese". Chan ha sottolineato che l'Oms e i Paesi coinvolti, il Brasile tra tutti, stanno cercando evidenze del collegamento tra Zika e microcefalia, perché questo virus "è colpevole fino a quando non sarà provata la sua innocenza".

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

L’artista dei musei

Enrico Meneghelli, The Picture Gallery in the Old Museum, 1879 (Museum of Fine Arts, Boston)  Nato nel 1853, italiano d’origine, Enrico Meneghelli emigrò negli Stati Uniti facendo di Boston e New...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Farmaceutica. La filosofia “Lean transformation” è realtà

ITC Farma investe 5 milioni per una produzione di qualità   L’azienda farmaceutica pontina, leader a livello nazionale nel contract manufacturing, ha deciso di investire nel corso del 2020, altri 5...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]