Martedì, 22 Novembre 2016 10:23

Pastori e pecore in piazza a difesa del Made in Italy Featured

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - Sono oltre un migliaio i pastori che hanno lasciato le campagne per portare le pecore al pascolo al Foro Traiano, nel centro storico di Roma, per difendere il lavoro, gli animali, le stalle e i pascoli custoditi da generazioni.

L’obiettivo della manifestazione promossa dalla Coldiretti è tutelare il pecorino romano relegato ai margini del circuito produttivo, combattere le speculazioni e garantire un prezzo del latte di pecora sostenibile per gli allevatori. Si tratta di difendere una tradizione secolare con proposte concrete per valorizzare e promuovere la qualità e la distintività del vero pecorino romano, un prodotto storico di grande tradizione che rischia di sparire dalle tavole. Sono stati smascherati i casi di falsi pecorino nel mondo con l’esposizione di esempi scovati nei diversi continenti, dal Romano Made in Usa al Sardo prodotto in Canada da dove vengono anche il pecorino friulano e il Crotonese, mentre è stato trovato in Gran Bretagna un kit per prepararlo addirittura a casa. “Senza i pastori l’Italia muore”, #iomangioitaliano, “Stop al cibo sfalso”, “Basta inganni, scegli l’Italia” sono alcune delle richieste che si leggono sui cartelli e sugli striscioni.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]