Mercoledì, 22 Febbraio 2017 11:18

HSBC: la più grande banca europea contro la deforestazione

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA – La più grande banca europea, HSBC, ha pubblicato una nuova politica contro deforestazione, drenaggio delle torbiere, sfruttamento di lavoratori e comunità locali.

Greenpeace aveva individuato HSBC come parte di consorzi bancari che hanno finanziato con miliardi di dollari sei società indonesiane che producono olio di palma, contribuendo in questo modo alla distruzione di vaste aree di foresta pluviale indonesiana. Migliaia di persone in tutto il mondo, tra le quali 30 mila clienti di HSBC, si sono unite alla richiesta di Greenpeace di un impegno pubblico, che il gruppo bancario britannico ha infine preso.

"Le foreste torbiere indonesiane sono state devastate a una velocità spaventosa e importanti banche internazionali continuano a finanziare questa distruzione. L'impegno di HSBC a rompere i propri legami con le società che producono olio di palma distruggendo le foreste è un esempio che altre banche devono seguire" afferma Martina Borghi, Campagna Foreste di Greenpeace Italia.

HSBC, in base alla nuova politica sottoscritta, chiederà alle società che richiederanno finanziamenti di impegnarsi a proteggere le foreste torbiere a partire dal 30 giugno 2017, di identificare e proteggere le foreste torbiere che si trovano nei confini di eventuali nuove piantagioni di palma da olio e di assicurare una verifica indipendente del loro impegno contro deforestazione, drenaggio delle torbiere e sfruttamento di lavoratori e comunità locali, a partire dal 31 dicembre 2018. Greenpeace chiede ora alle altre banche identificate nel rapporto “Dirty Bankers” di prendere esempio da questa nuova politica e rifiutarsi di finanziare la distruzione delle foreste.

 

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Capire l’economia. QCM attacca Bio-On. Cosa è successo?

Nei giorni scorsi la Bio-On, società bolognese operante nel settore delle bio plastiche, è stata messa nel centro del mirino da un fondo americano che l’accusa di aver mentito sui...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Anakoinosis, un principio terapeutico contro il tumore

Ce ne parla la Prof.ssa Ghibelli dell'Università di Tor Vergata. Prospettive per uno sviluppo farmacologico

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]