Mercoledì, 10 Maggio 2017 11:53

Indonesia, coppia gay rischia fino a 80 frustrate

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

Una coppia di uomini omosessuali, sotto processo, rischia la condanna ad 80 frustate per aver fatto sesso in violazione della sharia.

Questa la richiesta del procuratore, Gulmaini Wardani, per punire i due ragazzi ventenni, scoperti assieme nel letto da una ronda di vigilantes a Banda Aceh, capitale dell'omonima provincia. La polizia ha poi arrestato la coppia che avrebbe ammesso la relazione e confessato di avere fatto sesso tre volte. Il processo è chiuso al pubblico e i nomi degli imputati non sono stati rivelati. Il padre di uno degli imputati ha detto di non aver saputo che suo figlio fosse gay prima che venisse scoperto: "Questo processo è un incubo per la nostra famiglia", ha detto. "Quando tutto sarà finito lo manderemo in una scuola islamica per essere rieducato e non farà più nulla di perverso". La provincia di Aceh è l'unica provincia del paese musulmano più popoloso del mondo in cui si applica la sharia. Le persone colte in flagrante mentre giocano d'azzardo o bevono alcol sono punite con frustate in pubblico. Nel resto dell'Indonesia non è illegale avere rapporti omosessuali.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

L’Italia e gli italiani nel cinema albanese

Il cinema albanese è stato il protagonista di questa primavera romana appena conclusa. Dopo aver conquistato la vittoria alla decima edizione del Francofilm – il Festival del cinema francofono organizzato...

Romano Milani - avatar Romano Milani

ITC Farma punta sui giovani: coltivare oggi i talenti di domani

La sinergia tra accademia e impresa è un passo necessario per la crescita del Paese

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]