Mercoledì, 29 Giugno 2016 10:01

Parte una Class action contro il comune di Milano per i furti al cimitero monumentale

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - Il Codacons si prepara a convenire in giudizio il Comune di Milano con un’azione di classe, al fine di chiedere il risarcimento del danno per tutti coloro che hanno subito un furto presso il Cimitero Monumentale di Milano.

I fatti di cronaca sono noti da tempo: nel mese di Marzo 2016 alcuni gravissimi episodi di furto hanno colpito il Cimitero Monumentale di Milano, con perdite gravissime sia dal punto di vista economico (con statue ed opere rubate) e morale, in un luogo in cui i defunti riposano in pace. Per il Codacons, a nome del Presidente Marco Maria Donzelli: “Tali fatti sono di inaudita gravità. Non solo perché è coinvolto un luogo in cui riposano i defunti, ma perché per molte famiglie si tratta di un danno significativo dal punto di vista economico. Molte opere infatti sono state realizzate da artisti famosi in tutto il mondo di valore inestimabile. Per la città di Milano si tratta di un danno all’immagine gravissimo, non solo per l’incapacità di garantire la sicurezza di un luogo pubblico come il Cimitero Monumentale, ma anche per il decoro stesso della città”.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

labo.jpg

Cerca nel sito

Opinioni

Dopo un 2016 deludente, il 2017 restituisce un quadro incoraggiante per l’indust…

La ripresa si è finalmente fatta strada e l’Italia – terzo produttore europeo – cresce ad un buon ritmo (+2,6% stimato per la chiusura dell’anno).  Il miglioramento emerge su più...

Luigi Campanella - avatar Luigi Campanella

La chimica che respiri e il rischio cancerogeno

L’atmosfera urbana è caratterizzata dalla presenza di un insieme vasto ed eterogeneo, da un punto di vista chimico-fisico, di particelle aerodisperse di dimensioni comprese tra 0,005 e 100 μm, costituite...

Luigi Campanella - avatar Luigi Campanella

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077