Venerdì, 13 Luglio 2012 17:29

Nastri d’argento. Il cinema italiano su Raiuno e Rai International

Scritto da

TAORMINA - Grande spettacolo con Carlo Verdone, Micaela Ramazzotti, Pierfrancesco Favino e Marco Giallini “mattatori”, sabato 14 luglio in tv Rai Uno - 23.35, regia di Marco Aleotti ( domenica 15 luglio replica in prima serata su Rai International) nella serata dedicata al cinema italiano in onda grazie ai Nastri d’Argento. In palcoscenico, numeri a sorpresa di Favino che imita Verdone e ricorda affettuosamente Mastroianni, ma anche di Giallini e Verdone, e un momento musicale “a  cappella” per Giuseppe Fiorello (in onore di Domenico Modugno) tra i momenti dello spettacolo.


Ed è quest’anno Stefania Rocca, protagonista di successo del cinema ma anche della grande fiction di Raiuno, la “padrona di casa” che ospita, con Sngci e Taormina Arte, la 66.ma edizione dei Nastri, Premio organizzato dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, conquistato quest’anno proprio da loro: Carlo Verdone, autore della migliore commedia 2012 (Posti in piedi in Paradiso), Pierfrancesco Favino, miglior attore protagonista e “personaggio dell’anno”, Micaela Ramazzotti, migliore attrice protagonista e Marco Giallini e Michela Cescon, i vincitori ”non protagonisti” 2012.


Tra i premiati in onda nella tradizionale “Notte delle stelle” dal Teatro Antico di Taormina anche Andrea Osvart e Andrea Bosca, i più giovani talenti dell’anno premiati, in collaborazione con Thun, con il “Biraghi” insieme ai giovanissimi Filippo Scicchitano, protagonista di Scialla! di Francesco Bruni (miglior regista esordiente dell’anno) e Filippo Pucillo, protagonista del film di Emanuele Crialese, Terraferm a. Nella serata anche Paola Minaccioni, una sorpresa quest’anno, del cinema italiano, premio Afrodite 2012 per la comicità, sul palco con Ferzan Ozpetek, autore del miglior soggetto (Magnifica presenza, scritto con Federica Pontremoli).
Sul palcoscenico del Teatro Antico, uno dei luoghi più suggestivi d’Italia, da sempre legato al glamour e al richiamo del grande cinema, anche Giuseppe Fiorello, premio Nastri d’Argento Lancia per lo stile e l’eleganza sullo schermo di questa stagione, ora impegnato con Kasia Smutniak nella fiction di Riccardo Milani dedicata a Domenico Modugno, per Rai Uno: lo ascoltiamo improvvisare per il pubblico del Teatro Antico “Vecchio frac”.


Con loro anche registi molto amati: dalla coppia inossidabile della commedia, i fratelli Carlo e Enrico Vanzina, vincitori di un Nastro speciale, ad un autore “di culto” come Ferzan Ozpetek. Ancora una volta per ritirare un premio importante, due Nastri d’oro eccezionalmente dedicati al successo da Oscar® delle loro realizzazioni scenografiche sono a Taormina , direttamente in arrivo da Hollywood, Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo premiati quest’anno dall’Academy Award per Hugo Cabret di Martin Scorsese. Produttore dell’anno per Diaz (che ha ricevuto anche i Nastri per miglior sonoro in presa diretta e montaggio) è Domenico Procacci, per i costumi ha vinto Alessandro Lai (Magnifica presenza), per la scenografia Stefania Cella (This must be the place). Tra i vincitori dei Nastri d’Argento, assegnati ogni anno dal 1946 dai giornalisti cinematografici, quest’anno anche la cantante Elisa, con gli autori della migliore canzone dell’anno (Love is required, dal film di Roberto Faenza Un giorno questo dolore ti sarà utile) e Franco Piersanti, miglior musicista (Terraferma, Il primo uomo) e i registi Paolo Sorrentino, Nastro d’Argento come autore del miglior film (This must be the place), Matteo Garrone, Nastro europeo Bulgari 2012, e Marco Tullio Giordana, autore della migliore sceneggiatura con Stefano Rulli e Sandro Petraglia (Romanzo di una strage, che ha anche diretto).
Con loro, grande protagonista della serata è Rai Cinema, ancora una volta protagonista di una stagione segnata da grandi successi. Come molti dei film premiati dai Nastri d’Argento a cominciare da Cesare deve morire di Paolo e Vittorio Taviani, celebrati dal Festival di Berlino con l’Orso d’oro 2012 e autori, per i giornalisti, del Film dell’anno premiato con ben quattro Nastri: ai registi, alla produttrice Grazia Volpi e al montatore Roberto Perpignani.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Per Aspera ad Astra

PER  ASPERA  AD  ASTRA Uomini di poca fede  deboli vi perdete  nel vostro cammino…  Niente è uguale  ogni paesaggio  ha la sua bellezza.  Mettete da parte la tristezza  la vita è fonte di gioia  per l’uomo stanco  tutte le fonti...

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]