Venerdì, 20 Aprile 2012 08:25

Rendez-vous. Carole Bouquet madrina “Cineasti del Presente a Villa Medici”

Scritto da
Carole Bouquet Carole Bouquet

ROMA - Quel surreale, buñueliano, cinematografico “oscuro oggetto del desiderio”,  l’abbiamo ritrovata, nel rosso sfolgorante  di un sobrio tubino, madrina della rassegna  “Rendez-vous Appuntamento con il nuovo cinema francese”.

Sono passati 35 anni da quella inquietante interpretazione, ma Conchita – questo il nome che Carol Bouquet aveva nel film sdoppiandosi con Angela Molina – non ha ceduto, al tempo, nulla del suo fascino e della sua seduzione.

Chi non ha mai visto il film di Buñuel e chi avesse voglia di rivederlo (non è genere che circola sui teleschermi) non possono perdere l’appuntamento alle 21,30 di domenica 22 alla Casa del cinema a Roma.

Ma sullo schermo Carol Bouquet la troviamo protagonista di “Impardonnables” (presentato l’anno scorso in preapertura alla Mostra del cinema di Venezia) per la regia di André Téchiné in cui impersona, anche qui, una signora che dà da pensare all’uomo che l’ama. Vivono su un’isola della laguna veneziana, lui dovrebbe scrivere un romanzo ma è perso nell’amore e lei sta tutto il giorno fuori casa. A far che? La risposta sabato 21 alle ore 17 alla Casa del cinema.
Lo schermo dell’Accademia di Francia, a Villa Medici, si è acceso con il primo film della sezione Cineasti del presente, “L’Apollonide – Souvenirs de la maison close” di Bertand Bonello che ha tra le interpreti la nostra Jasmine Trinca presenti alla proiezione. Tra il pubblico anche Valeria Golino. La pellicola non solo una ricostruzione d’ambiente (siamo nei primi del ‘900) e della vita claustrale delle prostitute, ma dirige anche uno sguardo attento sulle loro illusioni…

La rassegna del nuovo cinema francese ha avuto il suo coté mondano, padrone di casa l’Ambasciatore d’Oltralpe Alain Le Roy che ha ricevuto nel romano albergo Sofitel registi, interpreti e produttori sia dei film in cartellone a “Rendez-vous” che della nostra cinematografia.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Non è semplice farsi amare

Mi perdo in questo parlare di voci insolenti di me che sono il loro ultimo pensiero.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Un mondo scomparso

Contadini un mondo scomparso. I “contadini che siamo stati.”

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Venezia 2019. Un libro su “I Cannibali”, un premio e un buon bicchiere di vino

Le donne del vino, UNIROMA3 e il Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive per il Premio Gregorio Napoli 

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]