Lunedì, 27 Agosto 2012 13:01

Arrivano i dog party. Uno schiaffo alla crisi

Scritto da

ROMA - L’ultima tendenza tra le signore capitoline d’alto bordo sono i dog party, feste extralussuose per gli amici a quattro zampe.

A base di ciotoline d’oro e biscotti profumati alla vaniglia, i dog party sono l’ultimo sfoggio dei benestanti a Roma. I cani di piccola taglia –spiega Nathalie Altomonte, proprietaria della chihuahua Sissi – hanno poche occasioni per socializzare, sono cani da salotto e non frequentano i parchi, così mi e’ venuta l’idea di fare delle feste con altri cagnolini”. Ed ecco i dog party. Si invitano non più di 5-6  cani: di più sarebbero difficili da gestire. In inverno si fanno delle intime festicciole in soggiorno, in estate vai con i pic-nic nei giardini delle ville, su tovaglie di raso, ci mancherebbe! Gli ospiti arrivano alla spicciolata, i proprietari cercano di fare sfoggio del nuovo collarino creato apposta dal gioielliere di fiducia o dell’ultimo corpetto Burberry. Ma i veri invitati  hanno una solo meta: le ciotoline (dorate) dove sgranocchiare i biscottini a forma di ossa, cuore o fiorellino. E per dessert ci sono i cioccolatini (per cani) fondenti o al latte; i più viziosi possono gustare anche cioccolata bianca alle nocciole. Acqua fresca servita in ciotoline di cristallo.

“Molte mie amiche hanno cani di piccola taglia, chihuahua, pincher, o york shire – spiega invece Claudia F., facoltoso avvocato della Camilluccia -. Quando ho invitato i loro amici a quattro zampe al primo party a casa, hanno accettato tutte con entusiasmo. Da allora organizzo un dog party al mese, l’ultimo a bordo piscina, con candele profumate, musica e luce soffusa; ogni volta è un successone”.
A prezzo non particolarmente oneroso: offrendo il caffè e i pasticcini anche ai proprietari si arriva a poco più a 100 euro. Altro discorso per il Birthday party: tra i cartoncini di invito, la torta (per cane) a forma di osso, un ricordino per gli ospiti e lo spumante per i padroni si arriva a 600-700 euro. Ma come si svolgono queste feste lussuose? “Sissi – riprende Nathalie – vestita di tutto punto con il suo completino in vichy celeste e bianco, riceve in salotto come si addice a una buona padrona di casa e tra un biscottino e l’altro passano un paio d’ore a giocare”. Le più fortunate rischiano di trovare anche un nuovo fidanzato. E così, pure le loro proprietarie si sono ingegnate: tra gli ospiti iniziano a comparire gli scapoloni della capitale, non si sa mai…”

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Venezia 2019. Un libro su “I Cannibali”, un premio e un buon bicchiere di vino

Le donne del vino, UNIROMA3 e il Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive per il Premio Gregorio Napoli 

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]