Martedì, 06 Novembre 2012 17:09

Il ritorno del reggicalze!

Scritto da

Il reggicalze è la nuova frontiera della lingerie erotica: lo rivela il sondaggio di ‘Sex and  Rome’ che invitava uomini e donne a scegliere l’indumento intimo più sexy

 

ROMA - Questa moda d’intimità quotidiana è arrivata anche a Roma, dopo essere spopolata già in Francia dove,  negli ultimi anni, le donne sono tornate al reggicalze, su grande richiesta dei loro partner. Il reggicalze fa impazzire anche un bel po’ di romani d.o.c: una consistente fascia di  uomini compresa tra i 25 e i 50 anni  ha confessato a “Sex and Rome”   il suo debole per gancetti, calze e pizzo che rendono una donna un po’ pin-up, un po’  burlesque e anche – diciamocelo-un tantino ‘cortigiana”…

La storia…

A seguire guepière (mai indossarla se non si ha un vitino a vespa) e l’inflazionato e terribile perizoma,  oramai caduto in disgrazia tra le cose più trash (soprattutto se il lato b non permette), ma che raccoglie ancora una fetta di consensi (gli uomini spesso mancano di gusto). Ma quanto è vecchio il reggicalze? Nato nel 1876 ad opera di Fereol Dedieu come semplice strumento per reggere le calze, è stato a lungo un capo intimo comune al genere femminile,  per cominciare ad essere lanciato come lingerie di tendenza e grande sensualità grazie alla locandina dell’angelo azzurro in cui Marlene Dietrich apparire provocante e irresistibile in reggicalze. Poi, dalla seconda guerra mondiale in poi, con l’avvento dei collant è stato considerato indumento  di riconoscibilità delle prostitute e accessorio sexy delle pin- up. Oggi è corredo di seduzione per donne e ragazze del 21° secolo che hanno smesso di pensare, come le femministe degli anni 60- 70, che il reggicalze sia un simbolo di sottomissione del genere femminile.

Come, quando, perché…

Saranno stati film come “Luna di Fiele” in cui Emmanuelle Seigner appare in tacchi a spillo, calze e reggicalze sotto l’impermeabile o come “Tacchi a spillo” in cui gli uomini che si travestono da donne iniziano sempre indossando un reggicalze, ma oggi parlare di questo capo di lingerie è come parlare di eros puro: donne e uomini, per gusto vintage o elegante feticismo non rinunciano ad acquistarlo in negozi d’intimo dove se ne trovano davvero per tutti i gusti. E per chi il reggicalze non vuole tenerlo nascosto… c’è anche la moda di ostentarlo, come Paris Hilton e l’attrice Taylor Momsen: azione sfrontata, audace e sicuramente difficile da compiere con gusto!

Care sexy-issime non avete più giustificazioni se nel vostro cassetto della seduzione mancherà ancora un reggicalze! E’ vero, non sarà comodo come i collant, ma lo spettacolo che offre è tutt’altra cosa!

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Capire l’economia. QCM attacca Bio-On. Cosa è successo?

Nei giorni scorsi la Bio-On, società bolognese operante nel settore delle bio plastiche, è stata messa nel centro del mirino da un fondo americano che l’accusa di aver mentito sui...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Anakoinosis, un principio terapeutico contro il tumore

Ce ne parla la Prof.ssa Ghibelli dell'Università di Tor Vergata. Prospettive per uno sviluppo farmacologico

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]