Sabato, 30 Gennaio 2016 18:15

Moda. Un inno alla natura la nuova collezione di Raffaella Curiel

Scritto da

ROMA - Un invito a occuparcene di più. “Ogni qualvolta incontro il chiosco di un fioraio – racconta Lella Curiel  – o appoggio lo sguardo su un’aiuola, rapisco  l’angolo di un terrazzo rigoglioso, o vengo abbracciata dal verde di un campo, sono felice".

Nel suo "giardino incantano" sfilano 45 capolavori che sono un inno a fiori, giardini, piante, petali. Lavorazioni splendide, altamente sartoriali, abiti che scivolano morbidi sui fianchi delle modelle. La celebre stilista milanese ha trasformato le corolle e le forme dei fiori per creare gonne pantaloni, corpetti. Le giacca dei tailleurs hanno gonne a tulipano, a corolle, a calla. Spuntano foglie,steli e papaveri rossi sui pantaloni in raso verde. Ha rubato giardini per i ricami, disegnato roseti, clematis e ortensie per i leggiadri abiti di chiffon, stampato, applicato nontiscordardime e papaveri: tutto per un inno alla vita che è il suo giardino reale e soprattutto quello del cuore.

Gli abiti per il giorno e per il cocktail hanno gonne a campana anni '50 . L'abito da sposa agreste ha il corpetto a canestro di paglia e la gonna lunga ricamata con fiori di campo.I colori predominanti: giallo, bluette, ortensia fiordalisio, clematis.

Molto belle e originali le scarpe con tacchi fiorati di Gigliola Curiel.

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

Opinioni

Dopo un 2016 deludente, il 2017 restituisce un quadro incoraggiante per l’indust…

La ripresa si è finalmente fatta strada e l’Italia – terzo produttore europeo – cresce ad un buon ritmo (+2,6% stimato per la chiusura dell’anno).  Il miglioramento emerge su più...

Luigi Campanella - avatar Luigi Campanella

La chimica che respiri e il rischio cancerogeno

L’atmosfera urbana è caratterizzata dalla presenza di un insieme vasto ed eterogeneo, da un punto di vista chimico-fisico, di particelle aerodisperse di dimensioni comprese tra 0,005 e 100 μm, costituite...

Luigi Campanella - avatar Luigi Campanella

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077