Venerdì, 13 Maggio 2016 07:37

Protezioni obbligatorie per motociclisti, iniziamo a conoscerle

Scritto da

ROMA - E' tempo d'estate e di vacanze, viaggiare in moto, per molti rappresenta maggior libertà, ma non dimenticate, che le probabilità di incidenti sono sette volte maggiori, rispetto a quando si viaggia in macchina, per questo motivo, le protezioni obbligatorie per motociclisti, ricoprono un ruolo di primaria e vitale importanza.

L'articolo 171 del nuovo codice della Strada, stabilisce le recenti norme, riguardantila protezione obbligatoria per il motociclista che intende mettersi in strada sulle due ruote, nel pieno rispetto dell'incolumità personale e dei passeggeri, il tutto senza incorrere in salate multe.

Secondo il comma 1, la protezione obbligatoria per motociclista, varia a seconda della cilindrata del mezzo stesso:

  • Per i veicoli fino a 11 Kw, è obbligatorio il casco integrale;
  • Per i veicoli da 11 Kw a 25 Kw è obbligatorio l'utilizzo di casco integrale, di guanti per la protezione delle mani, e di giacca tecnica con protezioni per spalle e gomiti;
  • Per i veicoli da 25 Kw a 52 Kw, è obbligatorio l'utilizzo del casco integrale, di guanti per la protezione delle mani e di giacca con paraschiena integrale e con protezioni per spalle e gomiti
  • Per i veicoli oltre i 52 Kw, è obbligatorio l'utilizzo del casco integrale, dei guanti per la protezione delle mani, di una tuta tecnica o di una giacca tecnica con paraschiena e protezioni per spalle e gomiti.

In realtà non esiste un capo meno necessario di un altro, in quanto ognuno svolge un compito diverso, fondamentale sarà il non dare più importanza al valore estetico, sottovalutando il comfort nell'utilizzo e la massima protezione in caso di eventuali incidenti.

Di primaria importanza è la scelta del casco, la legge impone quello integrale, perché in effetti, è quello più sicuro in assoluto, dotato di prese d'aria, per evitare di sudare, molto efficace è quella posizionata sotto la visiera, per limitare l'appannamento nella stagione fredda.

Controllate bene la misura, ricordando sempre che, il casco deve assorbire il colpo in caso di caduta e non rotolare a terra al minimo urto. In moto è importante indossare sempre una giacca tecnica, con taglio corto, per non intralciare e permettere una seduta comoda e confortevole, perfettamente aderente al corpo, spesso sono realizzate in pelle o in cordura, materiali che isolano bene dal freddo e sono idrorepellenti.

Non sottovalutate l'importanza delle protezioni, per spalle e gomiti, ma soprattutto richiedete la protezione rigida, la cosiddetta “Shell”, per salvaguardare la colonna vertebrale, in caso d'impatto. 

I pantaloni studiati apposta per chi viaggia in moto, devono essere particolarmente comodi e realizzati con materiali antiscivolo, proprio per evitare cadute dalla sella, durante una frenata improvvisa o in presenza di buche, naturalmente anch'essi dovranno essere dotati di protezioni sui fianchi e sulle ginocchia.

Utilizzate solo specifici guanti da moto, dotati nella parte inferiore di uno strato ruvido, per una miglior presa, assicuratevi che calzino perfettamente, in modo da incrementare al meglio la presa sulle manopole e che siano dotati di protezione in carbonio, al fine di tutelare le nocche in caso di urto o di caduta.

Non trascurate le calzature, meglio se stivaletti che, arrivando fino al polpaccio coprono bene le caviglie, adeguatamente areati, in grado di offrire la massima ventilazione del piede, inoltre, sono dotati di rinforzi rigidi in punta, sul malleolo e nella parte superiore del piede sinistro, che è a contatto con il pedale del cambio. Ultimo consiglio, ma non meno importante, accertatevi che tutta la protezione obbligatoria per motociclista sia regolarmente omologata, ovvero, che sul cinturino del casco o nella parte interna dei vari capi, sia presente l'apposita etichetta, con la lettera E cerchiata, insieme ad un numero che indica il Paese in cui è stata rilasciata, eviterete pesanti multe e l'eventuale fermo della moto.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Capire l’economia. QCM attacca Bio-On. Cosa è successo?

Nei giorni scorsi la Bio-On, società bolognese operante nel settore delle bio plastiche, è stata messa nel centro del mirino da un fondo americano che l’accusa di aver mentito sui...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Anakoinosis, un principio terapeutico contro il tumore

Ce ne parla la Prof.ssa Ghibelli dell'Università di Tor Vergata. Prospettive per uno sviluppo farmacologico

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]