Venerdì, 04 Novembre 2016 20:53

Canale 5. Squadra antimafia. Nel cast Gianmaria Tesei

Scritto da

L’ottava stagione di SQUADRA ANTIMAFIA, intitolata anche “il ritorno del boss”, trasmessa su Canale 5, giunge quasi al suo epilogo attraverso la nona puntata del 4 novembre, preludio alla decima ed ultima. Vari colpi di scena si susseguono, soprattutto per il boss Mazzeo (E. Fantastichini), che scopre come sia stata letale la ferita che aveva inferto alla sua compagna Patrizia (C. Shulha), invero con il solo intento di ferirla e per impedirle di testimoniare sulle sue attività delinquenziali, favorita in questo da Nigro (G. Berruti), con cui la giovane donna aveva una relazione amorosa.

 In preda ai rimorsi il boss, che dopo una lunga latitanza sperava di avere nuovamente una famiglia, deve difendersi dall’offensiva scagliata da Rachele Ragno (F. Valtorta) e Torrisi (F. Troiano) che intendono ottenere il potere assoluto indebolendo Mazzeo, avvalendosi di un nuovo, aggressivo e violento manipolo di sette luogotenenti (tra cui spicca l’attore catanese Gianmaria Tesei, braccio destro della Ragno),  a cui si contrappone anche il figlio di Mazzeo , ossia l’agente deviato De Silva ( P.Pierobon), cha ha un conto in sospeso con la stessa Ragno.

La “Duomo” peraltro continua ad incalzare e cacciare il super Boss, con lo stesso Nigro, Anna Cantalupo (D. Marra), che vive un rapporto complicato con il collega Giano Settembrini (D.Iacopini) e Rosalia (S.D’Amico), cha ha da poco scoperto dalla madre di essere la sorellastra Rosy Abate e che confida il suo segreto al collega Sciuto (D.Abbrescia).

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

300x300.gif

300x300_canaletto_2.jpg

 

 

300x300.gif

Opinioni

Non solo coaching: siamo ciò che impariamo?

Durante il percorso della vita accumuliamo esperienze, che vanno a riempire le pagine della nostra conoscenza. Fin dalla nascita, ma anche nel grembo materno, inizia il nostro percorso, che ci...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La plastica: arte per i Beni Culturali

La plastica, uno dei flagelli del nostro tempo, merita di essere vista anche dall’altra parte della medaglia. Gli oggetti di plastica finalizzati al benessere dell’umanità sono innumerevoli, come pure i...

Luigi Campanella - avatar Luigi Campanella

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077