Martedì, 28 Ottobre 2014 11:21

Robbie Williams e il parto condiviso in tempo reale

Scritto da

ROMA - Poche ore fa è nato il secondogenito di Robbie Williams e la notizia è stata annunciata e condivisa in tempo reale su Twitter. Perfettamente in linea con il carattere estroso del famoso cantante e artista, la nascita si è trasformata in un live-show, con foto e video di tutti i momenti del parto escluse, per fortuna, le immagini del piccolo appena nato.

Williams non ha fatto mancare nulla ai suoi followers, dalle prime fasi del parto più rilassate, fino alla foto della moglie, Ayda Fields, sofferente attaccata alla flebo. Intanto Robbie ballava e cantava intrattenendo lei, sicuramente il proprio pubblico.

Ayda ha accettato volentieri di partecipare al gioco e lo ha assecondato in tutto, richiesta di indossare i tacchi a spillo (un favoloso paio di Louboutin rosse) durante il parto compresa: «Quando mia moglie entra in travaglio lo fa con stile» ha orgogliosamente twittato Robbie. Approvazione, auguri, ritweet, partecipazione da parte dei fans, ma anche proteste da parte delle donne (chi è stata in sala parto sa bene cosa vuol dire…) per uno show che ha reso pubblico uno dei momenti più intimi di una coppia.

Robbie però non ha desistito e ha chiuso questo evento social in tempo reale con un video, insieme alla moglie in cui ringrazia i fans e ricorda che “Nessuna mamma è stata danneggiata”.  Williams non è la prima celebrity ad utilizzare i social media per condividere con i propri fans la nascita del figlio. E, che Piace molto l’idea di poter condividere direttamente con i propri fans, gestendo autonomamente la diffusione dei contenuti, delle immagini e dei video, chiamandosi fuori dal mondo delle riviste e dalla contrattazione, in termini economici, della vendita in esclusiva delle foto. Utilizzare il canale dei social, in particolare Twitter che garantisce una privacy maggiore rispetto a Facebook, è più spontaneo, gestito in totale libertà direttamente dalla celebrity o comunque dal ristretto numero di membri fidati del proprio staff e anche divertente.

Sempre di più i social media stanno soppiantando la carta patinata, in una corsa verso la conquista della diffusione delle notizie che sembra inarrestabile. Come potranno le riviste di gossip competere con i canali social e con la velocità e libertà di condivisione che consentono?

Personalmente, bisognerebbe imparare a gestire la privacy e a capire quando è il momento di spegnere i social e godersi appieno il momento che si sta vivendo. Tuttavia rimane molto divertente quando questi eventi vengono passati in tempo reale dentro ai social.

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Negli “Esercizi di memoria” scopriamo chi ispirò Montalbano a Camilleri e molto …

Pirandello era fascista o antifascista? Dipende dai punti di vista.  Quando, nel dicembre 1936 morì nella sua casa romana, le ceneri vennero raccolte in un’anfora greca e depositata al cimitero...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Dall'Austria un allarme da non sottovalutare

Chiunque conosca la biografia di Hitler sa che il futuro Führer non era tedesco bensì austriaco e sa anche che se c'erano due paesi in cui l'antisemitismo la faceva da...

Roberto Bertoni - avatar Roberto Bertoni

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 393 5048930 Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma P.IVA e C.F. 12082801007 tel 06.83800205 - fax 06.83800208