Martedì, 09 Luglio 2013 12:17

Contratti illegittimi. Il tribunale di Torino ordina a Poltronesofà di reintegrare tre lavoratori

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

TORINO - Con tre sentenze emesse in quattro giorni, il Tribunale di Torino ha accolto le richieste di altrettanti lavoratori che operavano come addetti alle vendite presso i negozi Poltronesofà con contratto di associazione in partecipazione, riconoscendo i rapporti di lavoro come subordinati e condannando l'azienda a reintegrare i lavoratori licenziati all'interno del punto vendita.


Il caso riguarda due lavoratrici e un lavoratore, difesi dalla CGIL, che si erano opposti al ricatto imposto dall'azienda di certificare come “autonomo” il proprio contratto di associazione in partecipazione, e che per questo motivo erano stati licenziati.
La corsa alla certificazione dei contratti di associazione in partecipazione si è determinata a causa della possibilità lasciata dalla riforma del mercato del lavoro che, pur avendo fissato a 3 il numero massimo di associati per punto vendita ha “salvaguardato” i contratti oggetto di certificazione, offrendo così un escamotage per le aziende che volevano evitare di mettersi in regola con la legge.
Nella fattispecie, nelle sentenze torinesi i giudici affermano che Poltronesofà ha cercato di forzare gli associati a sottoscrivere le istanze di certificazione, distribuendo ai lavoratori un formulario già precompilato dall’azienda e convocandoli “tassativamente” presso la sede centrale di Forlì. Un comportamento che connota una significativa “mancanza di buona fede dell’azienda”, e che ha indotto i giudici a ritenere illegittimi i licenziamenti.

Secondo il tribunale, gli associati in partecipazione erano a tutti gli effetti dei lavoratori subordinati: esisteva infatti un mansionario/vademecum in cui erano specificate tutte le attività da svolgere e a cui i lavoratori dovevano attenersi pedissequamente; erano fissati obblighi di presenza, turni e orari di lavoro (compresi quelli delle aperture domenicali); le ferie erano unilateralmente stabilite dall'azienda, la retribuzione fissa. Tutti elementi evidenziati dai giudici nelle sentenze per rilevare la natura subordinata dei rapporti di lavoro svolti all'interno dei negozi di questa nota catena commerciale.

Il Tribunale ha conseguentemente ordinato all'azienda di reintegrare i lavoratori nel loro posto di lavoro applicando l'art. 18 dello Statuto dei lavoratori, e ha disposto il pagamento del risarcimento del danno subito.

Tre sentenze che fanno giustizia per i lavoratori di Torino, ancora più importanti dato che l’azienda in questione si è rifiutata di rispondere alle richieste di incontro del sindacato.

Anche alla luce delle sentenze di Torino la CGIL, attraverso le categorie di Filcams e Nidil, proseguirà la campagna iniziata nel 2011, sostenendo i lavoratori associati in partecipazione di Poltronesofà su tutto il territorio nazionale, e rinnovando all’azienda la richiesta di incontro congiuntamente a Cisl e Uil.

Read 4767 times

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

L’artista dei musei

Enrico Meneghelli, The Picture Gallery in the Old Museum, 1879 (Museum of Fine Arts, Boston)  Nato nel 1853, italiano d’origine, Enrico Meneghelli emigrò negli Stati Uniti facendo di Boston e New...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Farmaceutica. La filosofia “Lean transformation” è realtà

ITC Farma investe 5 milioni per una produzione di qualità   L’azienda farmaceutica pontina, leader a livello nazionale nel contract manufacturing, ha deciso di investire nel corso del 2020, altri 5...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]