Lunedì, 16 Maggio 2016 09:25

Il diritto e le relazioni affettive. A Verona Congresso Aiaf, dal 19 al 21 maggio

Scritto da

VERONA - Si tiene a Verona nei giorni giovedì 19, venerdì 20 e sabato 21 maggio il Congresso Nazionale dell'AIAF Associazione Italiana degli Avvocati per la Famiglia e per i Minori.

I giorni 19 e 21 saranno dedicati agli adempimenti statutari ed al rinnovo delle cariche.

Venerdì 20 maggio, nell'Aula Magna dell'Università del Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università di Verona, si tiene - dalle 10 alle 18 - la “Giornata di Studio" sul tema “Il Diritto e le Relazioni Affettive".

SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO

Il programma è stato elaborato con l'intento di approfondire i vari aspetti del rapporto tra le norme, vigenti o in procinto di essere emanate, e le relazioni affettive nella loro molteplicità di espressione, le une come le altre strettamente connesse alla vita delle persone. 

Non è un caso che il titolo "Il Diritto e le Relazioni Affettive" sia stato definito prendendo spunto dal volume "Diritto d'amare" di Stefano Rodotà, Professore Emerito di Diritto Civile, che parteciperà al Convegno.

Tra gli altri relatori chiamati ad arricchire i lavori della giornata vi saranno la Professoressa Michela Marzano, docente di Filosofia all’Università De Scartes di Parigi, il Professor Luciano Eusebi, docente di Diritto Penale all’Università Cattolica di Milano, il Professor Massimo Ammaniti, emerito di psicopatologia generale e dell’età evolutiva della Sapienza di Roma, la Professoressa Caterina M. C. Baruffi, docente di diritto internazionale all’Università di Verona ed il Dottor Marco Gattuso, Giudice del Tribunale di Bologna.

Tra i Relatori vi saranno anche due legali AIAF, gli Avvocati Francesco Pisano del Foro di Cagliari e Marta Rovacchi del Foro di Reggio Emilia.

Per Alessandro Sartori, presidente AIAF: “La Giornata di Studio sarà una stimolante occasione per un confronto tra studiosi di diversa estrazione culturale e scientifica che tratteranno i vari profili dell’interdipendenza tra le molteplici forme di relazioni affettive e le norme che hanno cercato e cercano, spesso in modo inadeguato ed insufficiente, di regolamentarle”.

’AIAF – Associazione Italiana degli Avvocati per la Famiglia e per i Minoriè un’associazione di rappresentanza e di categoria, senza fini di lucro, che opera sull’intero territorio nazionale, aperta all’adesione di avvocati che esercitano la professione con continuità o prevalentemente nel settore del diritto di famiglia, minorile e delle persone. Si è costituita a Roma il 2 febbraio 1993; è strutturata in sezioni regionali, che a loro volta hanno sezioni territoriali coincidenti con le sedi circoscrizionali dei tribunali. Nel Regolamento sul riconoscimento del titolo di avvocato specialista, approvato dal Consiglio Nazionale Forense il 24 settembre 2010, l’AIAF è stata riconosciuta, in forza della sua rappresentatività e diffusione territoriale, come associazione specialistica per l’area del diritto di famiglia, dei minori e delle persone, ed inserita di diritto nell’elenco delle associazioni specialistiche. L’AIAF ha istituito una Scuola di alta formazione in diritto di famiglia, minorile e delle persone, con corsi di durata biennale, secondo i criteri indicati nel Regolamento del CNF per accedere all’esame per il conseguimento del titolo di specializzazione. Dalla sua fondazione organizza convegni, corsi, seminari e incontri di studio.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

artemagazine.jpg

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]