Venerdì, 05 Giugno 2015 09:53

Alitalia e il significato della cravatta nera in aeronautica. Lettera firmata

Scritto da Gabriele Lalatta Costerbosa
ROMA - A decorrere dal prossimo 15 di giugno il personale navigante e di terra della rinnovata Alitalia indosserà cravatte fantasia al posto della tradizionale cravatta nera.
Mi è molto chiaro che altri sono i problemi di cui possiamo saziarci in questo nostro disgraziato Paese ma, ad evidente insaputa del nuovo management, il nero della cravatta, per tutta la gente dell’aria italiana, militare e civile, dal 1961/62, non è un capriccio da stilisti, ma un omaggio alla memoria dei caduti di Kindu, fino a ieri gelosamente conservato, protetto e rispettato.
Mi domando se dietro a questo episodio un po’ mortificante ci sia solo vuoto culturale o vi sia, almeno, la consolazione di una consapevolezza provocatoria, preferibile, per assurdo, all’inquietante sospetto che l’ incompetenza emanata da questa scelta superficiale su elementi secondari solo per “parvenue” & dilettanti, possa in qualche modo riverberare anche su questioni più sostanziali, come l’affidabilità e la sicurezza. 
Restituirci la “nostra” cravatta, offenderà l’orgoglio di uno stilista (omissis) ma sarà sicuramente un grande segno di ritrovata serietà e rispetto per qualche milione di Italiani. Clienti compresi.

Gabriele Lalatta Costerbosa
 
Eccidio di Kindu
 

L'eccidio di Kindu (o massacro di Kindu) avvenne l'11 o il 12 novembre 1961 a Kindu, nell'ex Congo Belga , dove furono trucidati tredici aviatori italiani, facenti parte del contingente dell'Operazione delle Nazioni Unite in Congo inviato a ristabilire l'ordine nel paese sconvolto dalla guerra civile.

I tredici militari italiani formavano gli equipaggi di due C-119, bimotori da trasporto della 46 Aerobrigata di stanza a Pisa. (da Wikipedia) 

 
 
 

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Non solo coaching: Siamo pronti ad affrontare lo tsunami digitale?

Siamo nel pieno delle sfide del mondo 4.0, una rivoluzione non solo industriale, ma anche personale e professionale.

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La Magia del Coaching e l’Expecto Patronum!

Facendo seguito ad una serie di considerazioni lette sulle riviste, fatte da alcuni personaggi del mondo dello spettacolo, indicative di tanta confusione sul contesto del coaching, colgo questa occasione come...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Passione animale

Stop al santuario per la riproduzione delle balene nell'Oceano Atlantico

Il Giappone vince ancora e il summit mondiale in Slovenia vota “no”. «È un’enorme delusione - spiega Kitty  Block di Humane Society International - hanno vinto nuovamente quelle nazioni con un...

Maria Grazia Filippi - avatar Maria Grazia Filippi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077