Menu
Serve ancora ricordare e celebrare il 25 aprile?

Serve ancora ricordare e celebrare il 25 aprile?

ROMA - Ogni anno torna la stessa domanda, qualcuno la...

Jobs Act: ecco chi ha trovato lavoro

Jobs Act: ecco chi ha trovato lavoro

Con l’avvento del jobs act gli impiegati, le segretarie, i...

Girovago e Rondella e il teatro mobile … da non perdere

Girovago e Rondella e il teatro mobile … da non perdere

Improvvisamente un autobus parcheggia nella piazza principale (e pedonale) di...

Fermiamo i signori della guerra

Fermiamo i signori della guerra

Trovo vergognosa l’indifferenza con cui noi assistiamo a una ‘guerra...

Gelato Festival Europa  parte alla conquista dell'Europa

Gelato Festival Europa parte alla conquista dell'Europa

Compie otto anni la prima manifestazione itinerante del gelato artigianale...

Corea del nord agli Usa: vi cancelleremo da cartina geografica

Corea del nord agli Usa: vi cancelleremo da cartina geografica

PYONGYANG - Un sito ufficiale nordcoreano ha avvertito gli Stati...

Elezioni Francia, Macron e Le Pen al ballottaggio

Elezioni Francia, Macron e Le Pen al ballottaggio

PARIGI - I risultati definitivi del primo turno delle presidenziali...

Sala Umberto. “Uno nessuno centomila”e un grande Enrico Lo Verso

Sala Umberto. “Uno nessuno centomila”e un grande Enrico Lo Verso

ROMA – “Uno nessuno centomila” è l’ultimo romanzo di Luigi...

Mattarella con Amnesty a difesa dei diritti umani

Mattarella con Amnesty a difesa dei diritti umani

ROMA - Il rispetto e la promozione dei diritti umani...

Francia. 47 milioni al voto per le presidenziali

Francia. 47 milioni al voto per le presidenziali

PARIGI - Urne aperte per 47 milioni di cittadini francesi,...

Prev Next

Edilizia scolastica: parte la campagna #sicuri da morire

Edilizia scolastica: parte la campagna #sicuri da morire

Le nostre scuole sono sempre più insicure, nell’ultimo anno si sono susseguiti continui crolli di controsoffitti e cornicioni fino al crollo della scuola di Amatrice formalmente costruita con criteri antisismici. Ma non solo le nostre scuole non sono adeguate agli studenti che le frequentano, vi è anche la totale assenza di spazi troppo piccoli, mancanza di aule autogestiti e di spazi per praticare didattica alternativa. 

“La situazione delle nostre scuole è sempre più drammatica. Il 41,1% delle scuole non ha il certificato di agibilità statica mentre nel 46,5% non è nemmeno stato fatto il collaudo.” - Dichiara Francesca Picci coordinatrice nazionale dell’Unione degli Studenti “E’ inaccettabile che ogni giorno gli studenti si rechino in edifici che non rispettano i minimi standard di sicurezza. L’esempio della scuola di Amatrice, crollata pur essendo costruita con criteri antisismici, ci da l’idea di quanto le nostre scuole siano poco sicure.”

“I fondi investiti dal governo per la messa in sicurezza delle scuole sono totalmente insufficienti, non si avvicinano minimamente alle previsioni fatte dalla protezione civile che stimano i fondi necessari in 14,7 miliardi di euro. Inoltre i fondi spesso sono attribuiti per progettazione e non secondo le reali necessità delle scuole.”- Continua Francesca Picci - “Le scuole non devono essere semplicemente messe in sicurezza ma è necessario predisporre ambienti funzionali alla didattica e spazi per le attività autogestite degli studenti.”

“In questi mesi abbiamo avviato momenti di indagini in molte scuole per comprendere se esse siano a norma o meno” - conclude l’Unione degli Studenti “Con la campagna “Sicuri da morire” vogliamo portare in luce le situazioni di pericolo per gli studenti e richiedere l’immediato intervento delle autorità competenti!”

EDILIZIA SCOLASTICA, UDS: AL VIA LA CAMPAGNA “SICURI DA MORIRE”!

Le nostre scuole sono sempre più insicure, nell’ultimo anno si sono susseguiti continui crolli di controsoffitti e cornicioni fino al crollo della scuola di Amatrice formalmente costruita con criteri antisismici. Ma non solo le nostre scuole non sono adeguate agli studenti che le frequentano, vi è anche la totale assenza di spazi troppo piccoli, mancanza di aule autogestiti e di spazi per praticare didattica alternativa. 

“La situazione delle nostre scuole è sempre più drammatica. Il 41,1% delle scuole non ha il certificato di agibilità statica mentre nel 46,5% non è nemmeno stato fatto il collaudo.” - Dichiara Francesca Picci coordinatrice nazionale dell’Unione degli Studenti “E’ inaccettabile che ogni giorno gli studenti si rechino in edifici che non rispettano i minimi standard di sicurezza. L’esempio della scuola di Amatrice, crollata pur essendo costruita con criteri antisismici, ci da l’idea di quanto le nostre scuole siano poco sicure.”

“I fondi investiti dal governo per la messa in sicurezza delle scuole sono totalmente insufficienti, non si avvicinano minimamente alle previsioni fatte dalla protezione civile che stimano i fondi necessari in 14,7 miliardi di euro. Inoltre i fondi spesso sono attribuiti per progettazione e non secondo le reali necessità delle scuole.”- Continua Francesca Picci - “Le scuole non devono essere semplicemente messe in sicurezza ma è necessario predisporre ambienti funzionali alla didattica e spazi per le attività autogestite degli studenti.”

“In questi mesi abbiamo avviato momenti di indagini in molte scuole per comprendere se esse siano a norma o meno” - conclude l’Unione degli Studenti “Con la campagna “Sicuri da morire” vogliamo portare in luce le situazioni di pericolo per gli studenti e richiedere l’immediato intervento delle autorità competenti!”

Torna in alto
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin 
Redazione +39 393 5048930 
Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007
tel 06.83800205 - fax 06.83800208