Lunedì, 25 Giugno 2012 14:22

Siria. L'aereo turco abbattuto, aveva violato sovranità

Scritto da

DAMASCO - Il jet turco abbattuto dall'aviazione siriana «ha violato chiaramente la sovranità siriana». Lo ha fatto sapere Jihad Makdissi, portavoce del ministro degli Esteri siriano, aggiungendo che la Siria «nega le menzogne» dei funzionari turchi. «La Siria ha reagito alla violazione» ha dichiarato in una conferenza stampa sull'incidente di venerdì scorso. «Dovevamo reagire immediatamente, anche se l'aereo fosse stato siriano avremmo dovuto abbatterlo» ha aggiunto. Makdissi.

E  poi, ha spiegato Makdessi, che ha definito l'accaduto «una flagrante violazione della sovranità»: "L'aereo militare turco ha violato lo spazio aereo siriano, le difese antiaeree hanno risposto e l'apparecchio è precipitato all'interno delle acque territoriali siriane», ha spiegato Makdessi che ha definito l'accaduto «una flagrante violazione della sovranità».

Damasco ha inoltre messo in guardia la Nato, che domani dovrà discutere la questione: «Se la riunione è stata convocata per calmare la situazione, auguriamo buona fortuna; ma se l'obbiettivo è quello di un'aggressione diciamo per l'esercito siriano che il territorio, lo spazio aereo e le acque territoriali siriane sono sacre».

Correlati

Cerca nel sito

BANKSY-banner-metamorfosi-300x300.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Da Cardito nella Terra dei Fuochi un'artista unica che utilizza intense dinamiche cromatiche per intraprendere un profondo scavo psicologico

Alessandro Spadoni - avatar Alessandro Spadoni

Quando il laboratorio scientifico diventa "l'armeria del commerciale"

Quando il laboratorio scientifico diventa "l'armeria del commerciale"

Intervista a Serlio Selli, direttore del laboratorio di Cromatos, l'azienda che colora il nostro vivere quotidiano 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]