Giovedì, 19 Novembre 2015 13:57

Parigi. La mente delle stragi è morto. Arriva la conferma

Scritto da

Il corpo di Abdelhamid Abaaoud crivellato di colpi

ROMA - Dopo le incertezze arriva la conferma ufficiale che Abdelhamid Abaaoud, la mente delle stragi di Parigi, è stato formalmente identificato tra i terroristi uccisi nel raid a Saint-Denis. Il suo cadavere era infatti fra gli altri terroristi uccisi. Il procuratore Francois Molins, che ieri sera non lo aveva escluso, aveva dichiarato di voler attendere il risultato degli esami del Dna dei corpi ritrovati. 

Il corpo del terrorista è stato ritrovato crivellato di colpi fra le macerie dell'appartamento devastato da uno scontro a fuoco durato sei ore. Abaaoud avrebbe cercato di reclutare via internet delle donne residenti in Spagna perché si unissero al jihad in Siria: lo ha affermato il ministro degli Interni spagnolo, Jorge Fernandez Diaz. Tuttavia, non vi sono prove che Abaooud avesse cercato di organizzare degli attentati sul territorio spagnolo; secondo Diaz lo Stato Islamico (Isis) negli ultimi tempi starebbe "specializzandosi nel reclutamento femminile" allo scopo di "ripopolare il califfato". Assieme a Abaaoud, e' morto anche il super-ricercato dell'Isis Salah Abdelslam.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Juno, l’elefante col cancro curato con l’elettrochemioterapia

Luigi Aurisicchio, presidente di Vitares, ci racconta un’esperienza veramente particolare. Nel 2017 ha partecipato a una spedizione scientifica in California, allo zoo di El Paso, con lo scopo di curare...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]