Sabato, 09 Gennaio 2016 17:20

Germania: Violenze Colonia. Merkel, ora leggi piu' dure

Scritto da

BERLINO - A Colonia la notte di Capodanno abbiamo assistito "ad azioni criminali disgustose con donne attaccate e molestate".

Cosi' il cancelliere Angela Merkel e' tornata oggi a fare chiarezza sull'episodio che ha visto centinaia di donne molestate il primo gennaio a Colonia e ha annunciato che "vanno cambiate le leggi, che siano piu' dure, e che poi vanno effettivamente applicate". 

 Il cancelliere ha poi riconosciuto che la Germania "si trova ad affrontare nuove sfide e che si e' avuta l'impressione che se si volesse nascondere qualcosa ma non e' vero. Tutto deve essere chiarito e essere messo sul tavolo". La Merkel ha altresì annunciato che  saranno espulsi dal Paese tutti i profughi condannati, anche quelli la cui condanna sia stata sospesa con la condizionale. 

Per Merkel "se un profugo trasgredisce le regole, allora ne subira' le conseguenze, questo significa che potranno perdere i loro diritti di residenza qui (in Germania) a prescindere se abbiano ricevuto una condanna sospesa con la condizionale o immediatamente esecutiva". 

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

unnamed.png

Opinioni

Il museo Bernabò Brea di Lipari, uno dei più ricchi e meno conosciuti musei de…

Il museo Bernabò Brea di Lipari, uno dei più ricchi e meno conosciuti musei del Mediterraneo. Foto

In molte persone, la parola Eolie evoca istintivamente immagini di mare azzurro e spiagge incontaminate. Pochi, tra le migliaia di turisti che arrivano ogni anno, conoscono il museo di Lipari...

Alessio Pracanica - avatar Alessio Pracanica

La bellezza ci salverà, scientificamente provato

La bellezza ci salverà, scientificamente provato

Studi scientifici dimostrano l’importanza delle arti per il benessere psico-fisico  

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]