Venerdì, 30 Giugno 2017 12:26

I medici negano a Charlie di morire a casa

Scritto da

LONDRA  - Al cosiddetto "esercito di Charlie" che ha donato 1,4 milione di sterline per le cure negli Stati Uniti che gli sono state negate, i genitori hanno fatto sapere che "Charlie morirà sapendo che è stato amato da migliaia di persone - grazie a tutti per il vostro sostegno".

La Corte europea dei diritti umani, interpellata sulla drammatica vicenda, ha dato ragione ai tribunali britannici che hanno sostenuto la legalità della sospensione delle cure al bimbo, colpito da una rarissima malattia genetica, che non lascia speranze di sopravvivenza. 

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Camilleri e Simenon, a tavola e con le donne Montalbano rincorre Maigret

Più d’una volta, nei racconti di Andrea Camilleri, di cui è protagonista il commissario Salvo Montalbano, ricorre la citazione: “Prese un romanzo di Simenon e cominciò a leggere”. Oppure: “Fece...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Nell’Italia che non legge, dilaga la “ringraziamentite”.

Gli scrittori di oggi hanno copiato dai titoli di coda dei film di ieri il vezzo di ringraziare tutti quelli che hanno collaborato alla fattura del film, fino all’ultimo elettricista...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 393 5048930 Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma P.IVA e C.F. 12082801007 tel 06.83800205 - fax 06.83800208