Venerdì, 21 Luglio 2017 10:35

Usa: l'amministrazione Trump cancella centinaia di regolamenti dell'era Obama

Scritto da

WASHINGTON - L'attivita' dell'amministrazione presidenziale di Donald Trump, ostacolata dalle polemiche incessanti sulla presunta "collusione" con la Russia e dalle divisioni della maggioranza repubblicana al Congresso, procede spedita almeno su un fronte: quello della deregolamentazione.

La Casa Bianca, infatti, ha "congelato" o revocato centinaia di norme e regolamenti varanti dall'amministrazione precedente, quella di Barack Obama, e che erano gia' in vigore o sarebbero entrate in vigore a breve. Ieri l'Ufficio per la gestione e il bilancio della Casa Bianca ha fatto il punto del processo di deregolamentazione, illustrando i provvedimenti gia' revocati o quelli che lo saranno a breve, con l'obiettivo di liberare il settore privato dai lacci che ne ostacolano l'attivita'; tra i regolamenti "bersaglio" della nuova amministrazione, sottolinea pero' la "Washington Post", ci sono anche quelli riguardanti la tutela dell'ambiente e dei lavoratori. Stando al resoconto fornito ieri dalla Casa bianca, i regolamenti che sono stati revocati o sospesi, o che subiranno questa sorte nelle prossime settimane, sono in tutto 860; di questi, 469 verranno del tutto abrogati, mentre gli altri verranno rivalutati, per stabilire se modificarne i contenuti o eliminarli del tutto.

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077