Giovedì, 11 Novembre 2010 16:16

G20. A Seul scatta la protesta dei NoGlobal

Scritto da

SEUL - Sono migliaia gli attivisti che si sono ritrovati in una Seul blindata a manifestare pacificamente contro il vertice del G20 ospitato nella Corea del Sud.

"Metti le persone prima" è uno degli slogan più inflazionati che gli attivisti hanno lanciato durante corteo, che si è svolto distante almeno due chilometri dalla sede del Summit, visto il divieto imposto dalle autorità locali che ha schierato 50mila agenti in tenuta antisommossa.
In un primo momento i manifestanti hanno cantato canzoni che denunciavano le violazioni dei diritti dei lavoratori, che il G20 automaticamente ignora. "A tal proposito, la nostra manifestazione vuole lanciare un messaggio di solidarietà globale a tutti i lavoratori condividono i nostri stessi valori", - ha detto  Kim Yeo-jin uno dei leader della protesta - .  Spero - ha aggiunto - che non sia un incontro in cui si protegga la speculazione o i capitali finanziari sempre più forti”, commenta Kang-sil Lee, dell’Alleanza dei progressisti coreani, “ma in cui si pensi piuttosto a difendere la gente comune dalle conseguenze della crisi economica”.

I manifestanti hanno poi marciato verso la stazione di Namyeong, proprio  nelle vicinanze del Museo nazionale di Corea, dove è stata tenuta la cena di benvenuto dei leader mondiali. La polizia ha cercato di bloccare i manifestanti solo perchè esibivano i loro dazebao. Tuttavia non si sono registrati scontri e nessuna persona è stata bloccata dalle forze dell'ordine.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]