Lunedì, 13 Marzo 2017 12:32

Turchia: arrestato a Smirne 'mente' attentato Natale a Berlino

Scritto da

ISTANBUL - Un cittadino tedesco di origine giordana e' stato arrestato a Smirne, sulla costa egea della Turchia, dove era giunto dalla Grecia, in fuga dalla Germania. La notizia e' stata riportata dai media turchi questa mattina, nonostante l'arresto sia avvenuto lo scorso 24 dicembre.

La polizia ritiene che l'uomo sia la mente dell'attentato che lo scorso 19 dicembre e' costato la vita a 12 persone, travolte in un mercatino di natale a Berlino da un tir guidato dal tuni sino Anis Amir, un terrorista dell'isis poi ucciso in Italia. Il tedesco-giordano W.D. era ricercato in quanto ritenuto l'uomo che aveva impartito istruzioni ad Amir sulla realizzazione dell'attentato. Nell'analisi dei tabulati telefonici di Amir e' risultato che 4 delle 5 persone che il tunisino aveva come contatti, si trovavano in Turchia. L'antiterrorismo si e' subito messa sulle tracce dei jihadisti, arrestando un siriano negli stessi giorni, accusato di aver procurato i documenti per la fuga di Amir e di avere in preparazione un attentato insieme ad altri due presunti terroristi. Altri due presunti jihadisti, rimasti in stretto contatto con Amir fino all'attentato, sono invece stati arrestati a Istanbul. 

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

WEB_300X300.jpg

Opinioni

Restauro: intervenire sulla pietra rispettando le patine

E’ opportuno nelle nostre città ripulire ripetutamente le facciate dei palazzi ed i monumenti? La domanda sembrerebbe soggetta ad una ovvia risposta ma così non è. Ogni città ha un...

Luigi Campanella - avatar Luigi Campanella

Acqua, una risorsa preziosa di idrogeno

L’acqua è praticamente la componente principale di molti alimenti nonché dell’ambiente e del corpo umano. Se si riflette al fatto che essa non fornisce calorie quando assunta, si capisce come...

Luigi Campanella - avatar Luigi Campanella

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077