Lunedì, 13 Marzo 2017 12:40

Tsipras: Un’Europa a piu' velocita' distrugge progetto comune

Scritto da

ATENE - L'Europa deve dialogare per arrivare a decisioni che impediscano di trasformare l'Unione in una mera area di libero scambio: lo ha scritto il premier greco Alexis Tsipras in un articolo pubblicato oggi sul quotidiano "Efimerida ton Syntakton" intitolato "l'Europa a diverse velocita' o a diverse opzioni?".

Secondo il premier greco "una politica di austerita' e di dure restrizioni fiscali aumenta le distanze e le velocita' tra le economie dei paesi europei e aggrava ulteriormente i problemi di coesione sociale". A parere del premier greco, la crisi dell'immigrazione ha rafforzato le tendenze populiste e euroscettiche nel continente, mentre l'incertezza economica e geopolitica ha ampliato le ripercussioni della Brexit. "E' chiaro che la dichiarazione degli stati membri per un'Europa sempre piu' vicina ha perso impeto e contenuto", ha detto Tsipras secondo cui il progetto per un' Unione a piu' velocita' e' esattamente il contrario.

A modo di vedere del premier greco, l'Ue deve continuare a muoversi ad una sola velocita' per evitare che "il gruppo piu' forte si muova da solo verso la direzione che ritiene migliore. Questa - ha detto - non e' liberta' ma mancanza di responsabilita'". Per questo motivo, a parere del premier greco, l'Ue deve ripensare la riforma dell'Europa a piu' velocita' per arrivare ad una riforma delle differenti opzioni, in grado comunque di garantire la coesione sociale e la democrazia. "Tutti i livelli di cooperazione devono essere liberamente accessibili per tutti gli stati membri", ha concluso Tsipras, parlando della necessita' di un' "Europa progressista" in grado di contrastare i nazionalismi che vogliono isolare i paesi membri e far fallire il progetto europeo. 

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

Opinioni

Il corpo parla e può anche tradirci

Dal fondo della piazza non era possibile vedere bene la faccia di Mussolini affacciato al balcone di piazza Venezia durante le adunate oceaniche organizzate dal regime. Ma nei cinegiornali dell’epoca...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Così il cinema italiano ha raccontato l’Italia

Più di un  secolo di storia nazionale  in dodici indimenticabili  film  d’autore  Negli ultimi cento anni, il rapporto degli italiani con la politica, salvo lodevoli eccezioni come la guerra partigiana...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077