Menu
Articolo Uno fra memoria e futuro

Articolo Uno fra memoria e futuro

Un Tempio di Adriano listato virtualmente a lutto, uno Speranza...

Vendite di armi, poi aiuti miliardari. Le contraddizioni dei Paesi ricchi

Vendite di armi, poi aiuti miliardari. Le contraddizioni dei Paesi ricchi

I trasferimenti multimiliardari di armi all’Arabia Saudita da parte di...

SNGCI. Insieme all’Auditorium tutti gli Oscar italiani

SNGCI. Insieme all’Auditorium tutti gli Oscar italiani

Giuseppe Tornatore, Paolo Sorrentino, Nicola Piovani, Ennio Morricone, Roberto Benigni...

A Roma il 25 marzo scatta la protesta per uscire dall'euro

A Roma il 25 marzo scatta la protesta per uscire dall'euro

ROMA - Il 25 marzo 2017 ricorre il 60° anniversario...

Londra. Torna la calma dopo l'attentato, l'allerta rimane

Londra. Torna la calma dopo l'attentato, l'allerta rimane

LONDRA  - Solo nella mattina e' tornata una relativa calma...

Teatro Quirino. “La bella addormentata” del  magico Moscow State Ballet

Teatro Quirino. “La bella addormentata” del magico Moscow State Ballet

ROMA - È una di quelle arti che conservano un...

Terrorismo, a un anno dagli attacchi di Bruxelles

Terrorismo, a un anno dagli attacchi di Bruxelles

BRUXELLES - Un anno dopo gli "spaventosi attacchi" del 22...

Francia. Fillon accusato di "falso" e "truffa aggravata"

Francia. Fillon accusato di "falso" e "truffa aggravata"

PARIGI - Si aggrava la posizione penale di Francois Fillon mentre si...

XXV Giornata mondiale dell’acqua dedicata alle acque reflue

XXV Giornata mondiale dell’acqua dedicata alle acque reflue

In Italia la maladepurazione ci costa 62,69 milioni di euro...

Musica Classica alla SalaUno

Musica Classica alla SalaUno

ROMA - Prosegue la programmazione di musica classica 2017, alla...

Prev Next

L’indifferenza sociale nutre le mafie e la corruzione

L’indifferenza sociale nutre le mafie e la corruzione

Stiamo vivendo in una società sempre più frenetica ed egoistica, dove l’essere umano pensa ad arrivare sempre primo senza mai considerare l’altro, i rapporti interpersonali, l’importanza del valore dell’amicizia e della solidarietà.

Manca quel sentirsi parte di un unico progetto che è la “vita insieme” fatta di condivisione e di amor proprio. Negli anni mi sono convinto che a molte persone mancano questi valori che appartengono - com’era solito dire Peppino Impastato - alla bellezza del genere umano. Se vogliamo crescere e lottare i grandi mali che opprimono il nostro Paese, dobbiamo lavorare (famiglie, scuola, società civile), rivalutando i grandi valori solidaristici, poiché ne abbiamo bisogno in un’epoca sempre più tecnologica e sempre più chiusa in se stessa. L’egoismo e l’individualismo sfrenato prevalgono sulla solidarietà e sul bene comune. I giovani, che sono i più fragili vivono in una senza valori, senza obiettivi, con un futuro incerto dove i più meritevoli restano indietro. Occorre riflettere su dove stiamo andando e sul male sociale che ci sta divorando causato dalla troppa indifferenza delle persone. La famiglia, la scuola, la società civile, il mondo cattolico devono svegliarsi dal torpore che li anestetizza e devono riappropriarsi dei valori solidaristici e del bene comune riproponendo quella speranza per una società migliore che si era accesa ai tempi di Falcone e Borsellino. Ogni “buon cristiano” - non intendo quelli da salotto - deve tornare a dar voce a chi non può esprimerla e difendere i cittadini più deboli ed emarginati dai soprusi, dal silenzio e dal disinteresse generale. Sono convinto che se vogliamo lottare qualsiasi sopruso occorre tornare a essere protagonisti del nostro futuro e non semplici spettatori totalmente passivi e indifferenti a tutto e a tutti. Siamo una Nazione malata di delega ad altri: parlare, guardare e non agire! L’indifferenza e l’immobilismo nutrono la corruzione e le mafie. Ognuno di noi dovrà fare la propria parte e il non agire (ancora) vorrà dire rinunciare alle proprie libertà. 

Torna in alto
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin 
Redazione +39 393 5048930 
Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007
tel 06.83800205 - fax 06.83800208