Martedì, 22 Novembre 2016 10:06

Roma. Caffè corretto alla cocaina. In manette due donne che spacciavano in un bar del Trullo

Scritto da

ROMA -  Sono stati gli agenti del commissariato “Prati”, coordinati dal dott. Domenico Condello che,  nella serata di ieri hanno arrestato due donne R.P. romana di 54 anni e una romena di 24. Le due, avevano scelto come base di spaccio un bar nel quartiere del Trullo.

  Ieri pomeriggio, i poliziotti, si sono finti avventori di una vicina palestra  e   hanno iniziato a monitorare l’andirivieni all’interno del bar. Le persone entravano e uscivano dal locale apparentemente senza consumare o acquistare nulla. Gli investigatori, con l’ausilio di un’ unità cinofila, hanno deciso di intervenire per  bloccare le due spacciatrici prima che riuscissero a disfarsi della sostanza stupefacente gettandola nei bagni del locale.

Durante la perquisizione sono state sequestrate numerose dosi di cocaina pronte per lo smercio che le due “pusher” avevano provato a nascondere all’interno del reggiseno. Alla fine degli accertamenti le due donne sono state arrestate dalla Polizia di Stato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso.  Sempre nella giornata di ieri gli agenti del commissariato Prati hanno arrestato G.V. romano di 31 anni, con numerosi precedenti di polizia, in esecuzione di un ordinanza di custodia cautelare. L’uomo da tempo minacciava e maltrattava la madre.

Le indagini della polizia dirette dal dr. Domenico Condello,  avevano evidenziato le continue percosse, e lo stato di ansia della donna, e pertanto  era a stato emesso un provvedimento di allontanamento dalla casa familiare.

Ma i comportamenti violenti erano continuati con nuove percosse e danneggiamenti dell’abitazione tali da giustificare l’adozione di un  provvedimento restrittivo.

Nella giornata di sabato i poliziotti hanno rintracciato e arrestato G.V. per maltrattamenti in famiglia.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]