Martedì, 21 Giugno 2016 12:00

Corruzione appalti. Arresti e perquisizioni al Campidoglio

Scritto da

ROMA - Quattro arresti con detenzione in carcere, due ai domiciliari e una misura interdittiva: sono i provvedimenti che per un giro di mazzette hanno coinvolto imprenditori legati alla gestione di cooperative e dipendenti del Comune di Roma in servizio al Dipartimento delle politiche sociali e della salute.

I reati ipotizzati dal gip Flavia Costantini sono corruzione, falso in atto pubblico e turbativa d''asta. L''indagine, che non ha alcun collegamento con l''inchiesta su mafia capitale, si riferisce a fatti avvenuti tra la fine del 2013 e marzo 2014.

L'inchiesta riguarda la gestione dei campi nomadi della Capitale. A finire in carcere sono stati gli imprenditori Roberto Chierici, Massimo Colangelo, Loris Talone e Salvatore Di Maggio. Gli arresti domiciliari invece sono stati disposti per Alessandra Morgillo, funzionaria del Comune di Roma, e il vigile urbano Eliseo De Luca; la misura interdittiva invece è stata adottata nei riguardi di Vito Fulco. A sollecitare i provvedimenti firmati dal gip sono stati il procuratore aggiunto Paolo Ielo e i sostituti Carlo Lasperanza, Edoardo De Santis, Luca Tescaroli e Maria Letizia Golfieri. 

 

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

WEB_300X300.jpg

Opinioni

Surriscaldamento globale. L’oceanologo Furio Ruggiero : “I nostri discendenti si…

Checché ne dica il presidente americano Trump, che nega il fenomeno del surriscaldamento globale, la temperatura media della terra è in costante aumento, i ghiacciai si sciolgono, il livello degli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Come difendersi dalle furbizie del mercato. Incontro con Massimiliano Dona, pres…

Le aziende fornitrici di servizi pubblici che mandano le bollette di pagamento ogni 28 giorni, inventandosi così il tredicesimo mese dell’anno, e di fatto aumentano le tariffe. Le compagnie telefoniche...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077