Martedì, 18 Agosto 2020 10:00

Negli Stati Uniti nasce l’Università per i data scientist

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

La sfida del futuro è la scienza dei dati e le capacità di analisi. Con l'esplosione dei big data nell'Università del Mississippi nasce una nuova facoltà dedicata ai futuri Data Scientist

L'Istituto per Data Science, o IDS,  diretto dalla Prof.ssa Dawn Wilkins, consentirà agli studenti di sviluppare competenze per applicare eticamente la scienza dei dati, ovvero  per far avanzare la conoscenza, consentire all'impresa una migliore gestione nel tentativo di migliorare anche la società.

"Lo scopo dell'IDS - precisa Wilkins - è quello di riunire le competenze per lavorare con i big data e quindi condividere le conoscenze, le esperienze, attraverso workshop e seminari, facilitare l'identificazione di collaborazioni fruttuose, fornire supporto tecnico a progetti di ricerca interni e organizzazioni esterne e per educare il pubblico sulle opportunità e le sfide dei big data “.

Sebbene l'istituto non offrirà un nuovo corso di laurea accademica, supporterà e integrerà le offerte educative nei programmi di messaggistica unificata esistenti come ingegneria, farmacia, economia, contabilità e scienze applicate. Gli studenti di questi e altri programmi avranno l'opportunità di sviluppare conoscenze e competenze sulla scienza dei dati per affrontare i big data partecipando a  workshop e seminari interdisciplinari avanzati, stage e progetti di ricerca o apprendimento esperienziale guidati dai docenti tramite IDS.

"Fare previsioni, collegare insieme dati disparati e organizzare i dati per fornire informazioni utilizzabili è un tratto chiave della scienza dei dati, che si integra bene con la missione di messaggistica unificata".

I big data sono proprio questo: contenitori di un’enorme quantità di dati complessi raccolti da una varietà di fonti e prodotti ad alta velocità. A causa delle dimensioni e della complessità, i big data non possono essere analizzati o le informazioni estratte dall'attuale software applicativo di elaborazione dati. Ciò che serve sono computer e algoritmi sofisticati per elaborare i dati, estrarre informazioni utili e visualizzarle o rappresentarle in un modo che diventino fondamentali per acquisire nuove conoscenze.

Man mano che i big data si sono diffusi si è capito quanto l’estrapolazione di questi dati potessero essere utilissimi in svariati settori.  Questa crescita ha prodotto la domanda di professionisti esperti di dati in una varietà di discipline e settori. “La raccolta dei dati è facile, ma dare un senso è difficile ", ha detto Wilkins. “Per dati di dimensioni ragionevoli, la maggior parte delle persone può utilizzare un foglio di calcolo per estrarre informazioni utili. Funziona alla grande fino a quando i dati non sono troppo grandi per il foglio di calcolo o sono in un'ampia gamma di formati o vengono raccolti da un sistema in tempo reale come una fotocamera o un sensore. 

22121.jpg

“I data scientist possono creare software dedicati per estrarre, trasformare, integrare, riassumere e visualizzare i big data. Affrontare le immense sfide tecniche rispettando gli standard di privacy e l’integrità richiede una formazione ed esperienza adeguata ".

Oltre a educare gli studenti a sfruttare eticamente i big data per le industrie, l'istituto aumenterà anche l'imprenditorialità e le connessioni esterne, promuoverà un ambiente intellettuale e impegnato, aumenterà la ricerca e i risultati creativi e sosterrà l'eccellenza della facoltà.

L’IDS, una volta entrata a pieno regime, promuoverà la ricerca e l'istruzione in aree multidisciplinari che rappresentano le sfide future; rafforzerà la rete universitaria migliorando le relazioni con ricercatori di livello mondiale stabilendo collegamenti e partnership creative con i leader del settore, le comunità e tutti gli ambiti istituzionali e imprenditoriali interessati.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Cultura

Opinioni

DPCM. Lettera aperta di Viviana Toniolo, attrice e direttrice dello storico teat…

DPCM. Lettera aperta di Viviana Toniolo, attrice e direttrice dello storico teatro Vittoria di Roma

Il patatrac è fatto! Il dissenso per la decisione di chiudere cinema e teatri è stato espresso, in questi giorni, da tante voci della cultura di grande risonanza e da...

Viviana Toniolo, Direttrice Artistica del Teatro Vittoria - avatar Viviana Toniolo, Direttrice Artistica del Teatro Vittoria

Ricerca. Individuati nuovi meccanismi molecolari implicati nel danno renale

Ricerca. Individuati nuovi meccanismi molecolari implicati nel danno renale

Grazie alle competenze dei ricercatori, e soprattutto alla multidisciplinarietà del gruppo di ricerca diretto dal Nefrologo, Dr Renzo Bonofiglio, in questi anni presso il Centro di Ricerca, collocato all’interno della...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Passione animale

Stop al santuario per la riproduzione delle balene nell'Oceano Atlantico

Il Giappone vince ancora e il summit mondiale in Slovenia vota “no”. «È un’enorme delusione - spiega Kitty  Block di Humane Society International - hanno vinto nuovamente quelle nazioni con un...

Maria Grazia Filippi - avatar Maria Grazia Filippi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]