Martedì, 26 Giugno 2012 18:13

Verso Italia-Germania. Pirlo: "Tedeschi, vi battiamo"

Scritto da

"Provaci ancora Pirlo? No, provaci ancora Italia. E' la squadra che va in campo e che puo' arrivare in finale". Cosi' l'azzurro Andrea Pirlo a due giorni dalla sfida con la Germania valida per le semifinali di Euro 2012. "La Germania rispetto all'Inghilterra e' una squadra che gioca e che puo' crearci dei problemi, ma dobbiamo farci trovare pronti. Siamo venuti qui per vincere l'Europeo come anche loro, per cui vinca il migliore", dice il centrocampista. "La Germania ha paura di noi, visti i precedenti temono che possa ripetersi quello che e' successo gia' in passato. La Germania -dice- deve stare attenta che non si ripeta quello che e' successo nel 2006".

LA GERMANIA? FORTE, MA HA PAURA - Pirlo fa un paragone fra la Germania di oggi e quella battuta nel 2006: "E' piu' o meno la stessa situazione, anche se li' giocavano in casa e c'era un popolo intorno a loro. La Germania viene da 4-5 anni di altissimo livello, sono ancora qui in semifinale e sono veramente forti. Dimostrano di essere sul pezzo fino alla fine, hanno la mentalita' giusta e giocatori forti: complimenti a loro. Io uomo copertina in Germania? Fa piacere, vuol dire che anche loro non sono cosi' convinti di potercela fare. Sanno che l'Italia fa paura e noi siamo convinti di poter fare bene", sottolinea il regista azzurro. "Cosa bisogna fare per battere i tedeschi? Bisogna fare gol", risponde Pirlo alludendo alle tante occasioni sprecate contro l'Inghilterra. "Prima di tutto bisogna creare le occasioni, ma e' gia' significativo avere ul possesso palla e cercare di creare occasioni da gol". La Germania, sottolinea, "ha tantissimi campioni ma penso che Ozil sia il fulcro del loro gioco, come anche del Real Madrid. E' un grandissimo campione e sicuramente dovremo stare attenti a come si muove in campo".

POCO RIPOSO - Pirlo si dice d'accordo con Prandelli, che ieri si e' lamentato per i due giorni di riposo in meno di cui gli azzurri potranno usufruire rispetto alla Germania: "Due giorni in meno sono tanti, in una fase cosi' importante di un Europeo sarebbe giusto riequilibrare gironi e partite, magari allungando di qualche giorno il torneo, per far si' che le squadre arrivino tutte con le stesse difficolta'. Ma recuperemo al meglio".

IL CUCCHIAIO - Il regista azzurro torna poi sul suo 'cucchiaio' contro l'Inghilterra e punzecchia il portiere Joe Hart: "Mi sembrava molto sicuro di se' anche negli atteggiamenti e bisognava fargli abbassare un po' le arie. Ma non era follia, in quel momento era giusto cosi'. I complimenti dei miei colleghi sono stati la cosa piu' bella e li ringrazio. Totti? Non mi ha mandato messaggi ma ho visto che ha parlato di me e lo ringrazio, fa piacere ricevere i complimenti da un amico e da un compagno come e' stato lui".

CAPITANO - E su Buffon: "Gigi e' un campione, sta dando grande sicurezza ed e' anche il capitano quindi si sente di poter dire qualcosa in piu' e spronare i piu' giovani. Prima dei rigori ci ha detto di crederci fino alla fine e che meritavamo di andare avanti. Dobbiamo ringraziarlo perche' il suo discorso ci ha dato tranquillita' e carica. E alla fine ha avuto ragione lui". Pirlo analizza poi l'Europeo dell'Italia e spiega: "Ci siamo resi conto da subito che potevamo far bene, lo spirito e la voglia erano quelli giusti e lo stiamo dimostrando partita dopo partita. Ora siamo fra le prime quattro ma non abbiamo ancora fatto niente, l'obiettivo e' arrivare fino in fondo".

PALLONE D’ORO - "Deluso se non vincessi il Pallone d'Oro? No, assolutamente, finche' ci saranno Messi e Ronaldo penso sia impossibile arrivare davanti a loro". Andrea Pirlo non si fa illusioni nonostante il grande Europeo che sta disputando, culminato fin qui col 'cucchiaio' su rigore all'Inghilterra che ha incantato diversi calciatori. "I complimenti dei miei colleghi sono la cosa piu' bella - confessa - perche' giocano a calcio come me, si divertono. Ricevere i complimenti da questi grandissimi giocatori fa piacere". Ma ora c'e' la Germania. "Abbiamo vinto tutte le partite - continua - Sappiamo che e' una grande squadra ma anche che possiamo farcela. Ci siamo resi conto subito che potevamo fare bene, c'e' lo spirito giusto, la voglia giusta, vogliamo migliorare. Siamo qui fra le prime quattro ma non abbiamo fatto ancora niente, vogliamo arrivare fino in fondo".

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]