Giovedì, 13 Marzo 2014 19:34

Il Bayer nella bufera, autorete per il Presidente

Scritto da

ROMA - Il Presidente del Bayer Monaco è stato condannato a tre anni e mezzo di reclusione senza condizionale. Il numero uno di uno dei club più rinomati e prestigiosi al mondo è stato imputato per frode fiscale, per oltre 27 milioni di euro.

Il giudizio non è ancora esecutivo, e qual’ora volessero, il Presidente Uli Hoeness e il suo difensore Hanns Feigen, assieme al pubblico ministero, possono ricorrere al tribunale supremo tedesco. È stato lo stesso Uli Hoeness ad autodenunciarsi, circa un anno fa, addebitandosi una frode di 10 milioni. Ciononostante le autorità tedesche hanno applicato la legge per filo e per segno; il pubblico ministero, Achim von Engel, aveva anche chiesto, inizialmente, una pena di cinque anni e mezzo di reclusione senza condizionale, attribuendo al Presidente del Bayer poca credibilità, già ai tempi in cui fu indagato, e poi dichiarando la sua autodenuncia come una conseguenza in quanto la legge gli era già addosso. Chissà se davvero ha sentito il fiato sul collo; il suo avvocato Hanns Feigen ha cercato di persuadere i giudici sulla sincerità del pentimento del suo cliente e puntando l’accento sulle diverse opere benefiche che ha sempre sostenuto. Ciò non toglie che, comunque vada a finire il processo, l’autorevolezza e la persona di Uli Hoeness avranno una luce diversa. Lui, che ha fatto brillare il Bayer, dopo aver sostituito Franz Beckenbauer, vincendo tutti i trofei immaginabili, adesso agli occhi di molti non è più lo stesso. Aveva iniziato giocando, nello stesso Bayer e anche in nazionale, poi facendo il manager e infine divenendo il vertice della squadra. A lui si deve l’Allianz Arena, il modernissimo e costosissimo stadio del Bayer, dove nel 2006 l’Italia ha alzato la coppa del mondo. Stadio che ora dovrà cogliere un nuovo spettatore dalla tribuna d’onore.   

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Capire l’economia. QCM attacca Bio-On. Cosa è successo?

Nei giorni scorsi la Bio-On, società bolognese operante nel settore delle bio plastiche, è stata messa nel centro del mirino da un fondo americano che l’accusa di aver mentito sui...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Anakoinosis, un principio terapeutico contro il tumore

Ce ne parla la Prof.ssa Ghibelli dell'Università di Tor Vergata. Prospettive per uno sviluppo farmacologico

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]