Giovedì, 28 Aprile 2016 17:55

Presentata la 73^edizione degli Internazionali Bnl d’Italia

Scritto da

Si svolgeranno a Roma da 2 al 15 maggio 2016 

ROMA - All’insegna di tre parole chiave “Io-vita-tennis”che danno il senso dell’esperienza degli Ibi, è stata presentata la 73esima edizione degli Internazionali di Roma, in programma dal 2 al 15 maggio al Parco del Foro Italico, un luogo unico al mondo per fascino e bellezza. Il Torneo è organizzato in joint-venture da Federazione Italiana Tennis e da Coni Servizi SpA, con Bnl Gruppo Bnp Paribas title sponsor per la decima volta consecutiva.

 Alla conferenza stampa hanno partecipato il Presidente del Coni Giovanni Malagò, il Presidente della Fit Angelo Binaghi e il Presidente di Bnl Gruppo Bnp Paribas Luigi Abete.

Ha iniziato il presidente della Fit Angelo Binaghi che ha ricordato come quest’anno abbiano reso possibile l’evento circa 9.000 persone – il primo torneo nel mondo da questo punto di vista – il prossimo anno sono previsti oltre 10.000 partecipanti. Inoltre, questo torneo ha un fatturato di circa un milione di euro al giorno senza ricevere contributi pubblici. La Coni Servizi, come ogni anno, è stata fondamentale per raggiungere questi risultati. Grazie alla manifestazione romana, la Coni Servizi è cresciuta notevolmente in termini monetari e non solo, essendo gli Internazionali BNL d’Italia la principale fonte di arricchimento del Comitato presieduto da Giovanni Malagò. Binaghi ha ricordato  come il movimento tennistico in Italia sia in forte espansione, essendo il suo tasso di crescita il più alto tra tutte le attività sportive presenti nel nostro Paese, come dimostra l’incremento notevole dei tesserati e della costruzione di impianti tennistici. Per la prima volta, dopo 15 anni, verranno trasmesse su Rai 2 le fasi finali del torneo maschile in diretta integrale. Quest’anno le wild card verranno assegnate a Simone Bolelli, Paolo Lorenzi, Karin Knapp e Francesca Schiavone, oltre ai due vincitori delle pre-qualificazioni – ciò avverrà sia per gli uomini che le donne.

Dopo Angelo Binaghi, è intervenuto Giovanni Malagò, presidente del Coni, che ha sottolineato la salute dello sport italiano in generale, soprattutto in termini di lotta al doping e di giustizia sportiva, senza considerare i risultati importanti di diversi atleti italiani. Secondo gli ultimi dati dell’Istat, in questo momento in Italia c’è il picco storico di individui azzurri che in Italia si occupano di sport. Questo grazie all’aumento di maestri e persone che si occupano della formazione dei giovani sportivi, che si sono aggiunti ai volontari. Facendo particolare riferimento al nostro sport, ha ricordato come il movimento sia molto attivo durante tutto l’anno, e non solamente nel periodo della manifestazione.

Dopo Malagò, ha preso la parola  Luigi Abete, presidente della Bnl, che ha ricordato come questo sia il decimo anno di partnership con il torneo romano. Abete ha annunciato che il 19 maggio verrà a giocare nella capitale John McEnroe, vincitore di 7 prove dello Slam. Ha ottolineato, inoltre, come lo sport sia sempre più alla base della nostra società, che ne trae enorme giovamento in termini di qualità della vita degli individui.

Dopo questa presentazione, è intervenuto  Ubaldo Scanagatta, che si è congratulato con la direzione del torneo per aver migliorato l’ubicazione della stampa nel nuovo Campo Centrale, presente dal 2010, e ha chiesto  se si ha intenzione di fare un salto di qualità dal punto di vista della pulizia dell’impianto. In seguito a ciò, fa notare i costi superiori dei biglietti, specialmente per le fasi finali del nostro torneo, rispetto a Madrid e Montecarlo, chiedendo che ruolo abbia avuto questo nella crescita della kermesse romana. A tale proposito, Malagò ha risposto affermando che ciò rientra nella logica di investimenti, con tutti i rischi che ne conseguono, nonostante i ricavi attuali diano ragione a tale strategia. Binaghi, invece, ha aggiunto  che saranno profusi notevoli sforzi per quanto riguarda la pulizia. A proposito dei prezzi alti dei biglietti, invece, afferma che ciò è causato anche dal fatto che la domanda di biglietti è alta, al contrario dell’offerta – considerando che la capienza dello stadio centrale è ridotta ed inferiore alla maggior parte dei campi da tennis più importanti del mondo.

In seguito, il presidente sardo ha ottolineato come l’impianto che ospita il torneo sia polifunzionale a 360 gradi e che il suo successo e il suo sviluppo prescindano dalla candidatura olimpica. Oltre a ciò, ha ricordato che quest’anno il sorteggio dei tabelloni verrà effettuato nella splendida cornice del Colosseo. In seguito ad una domanda di un collega, ha aggiunto – alla luce degli attentati terroristici degli ultimi mesi – che quest’anno il piano di sicurezza è stato perfezionato, considerando anche che questo è stato uno dei temi più dibattuti durante la preparazione dell’evento. 

Dal 2011 il torneo si gioca con la formula combined event, dove le gare del tabellone femminile si alternano con quelle del maschile. Nella stessa giornata, dunque, come nei quattro tornei del Grande Slam, sarà possibile ammirare Nadal, Djokovic, Federer, Murray, Wawrinka, Raonic e gli altri top player, applaudire le protagoniste del circuito femminile e tifare per gli azzurri e le azzurre, da Fabio Fognini ad Andreas Seppi e Simone Bolelli, da Roberta Vinci a Sara Errani, Francesca Schiavone e Karin Knapp. Un appuntamento ormai a pieno titolo tra i più prestigiosi del calendario mondiale: non è azzardato definirlo il “quinto” Slam della stagione. Le prime gare sono previste già sabato 30 aprile con le pre-qualificazioni; sabato 7 e domenica 8 le qualificazioni (in programma anche 8 incontri del main draw maschile), domenica 15 maggio le finali. Fino al giorno 3 maggio compreso, l’ingresso al Parco del Foro Italico è gratuito.

 Gli incontri dei tabelloni principali saranno suddivisi in due sessioni, una mattutina e una serale. L’inizio alle ore 11.00 sul Grand Stand, sul Nicola Pietrangeli e sui campi secondari, alle 12.00 sul Campo Centrale. Sempre sul Centrale, inaugurato nel 2010 e giudicato da tennisti e addetti ai lavori come lo stadio con la miglior visibilità al mondo, è prevista una sessione serale con inizio alle ore 19.30: in campo un incontro maschile e uno femminile.

 Sul Grand Stand il programma proporrà, invece, una “long session” (cinque match al giorno a partire dalle ore 11.00) che offrirà agli appassionati un “menu” lunghissimo e di prim’ordine. Semifinali e finali si giocheranno sul Centrale.

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077